SBK, SSP, FP1: Prova di forza per Krummenacher

Lo svizzero rifila oltre mezzo secondo a Gino Rea, terzo Sofuoglu davanti a Badovini

Share


Ha voluto subito rompere gli indugi, facendo la voce grossa. Non poteva iniziare meglio il weekend romagnolo di Randy Krummenacher, che a Misano è riuscito a mettere tutti in riga nella prima sessione di libere. Se il buongiorno si vede dal mattino, possiamo stare certi che lo svizzero è pronto ad affilare le armi, ancora di più vista la classifica del campionato, che lo vede distante dalla vetta meno di 30 punti con una sola vittoria in occasione del primo round di Phillip Island.

L’alfiere Kawasaki ha bloccato il cronometro sul tempo di 1’39”005, rifilando oltre mezzo secondo a Gino Rea, primo degli inseguitori in sella alla MV Agusta. Nelle prime posizioni c’è anche l’iridato Kenan Sofuoglu, che sul tracciato intitolato alla memoria di Marco Simoncelli sogna il tris dopo Sepang e Donington. Oltre sei decimi il distacco incassato dal turco, che per 13 millesimi precede Ayrton Badovini.

È il biellese il migliore della pattuglia tricolore con la Honda Lorini, seguito col sesto crono dal connazionale Federico Caricasulo (+0.822). Tra i due italiani si inserisce invece Jules Cluzel, chiamato a invertire la rotta dopo gli ultimi due appuntamenti di Gran Bretagna e Regno Unito. Nella bagarre c’è anche la Honda dello statunitense Jacobsen, reduce dalla 12 Ore di Portimao, nonché autore del settimo tempo, davanti a Baldolini e un sorprendente Axel Bassani. Decimo lo svedese Bergman, con Rolfo fuori dalla top ten per 18 millesimi. In ombra lo spagnolo Terol, addirittura oltre la ventesima posizione con quasi 2”5 di ritardo.

Share

Articoli che potrebbero interessarti