Tu sei qui

MotoGP, Barcellona: i piloti chiedono vie di fuga più ampie

Lorenzo: "mettere la ghiaia non disturberebbe le F1". Marquez: "il problema non è cosa ha causato la caduta ma la vicinanza dei muri"

Barcellona: i piloti chiedono vie di fuga più ampie

Share


Oggi il team SAG, per cui correva Salom, ha emesso un comunicato in cui ha chiarito le cause della caduta che è risultata fatale per il giovane pilota spagnolo. Il motivo è stato individuato in una buca che gli ha fatto perdere aderenza all’anteriore.

I piloti della MotoGP, interpellati sull’argomento, hanno espresso la loro opinione.

“Non ho visto la telemetria, ma quella caduta continua a sembrarmi strana e la velocità troppo elevata per avere frenato solo 9 metri dopo - l’opinione di Valentino Rossi - D’altra parte, è vero che l’asfalto ha degli avvallamenti causati dalla Formula 1 che danno fastidio e che l’aderenza è abbastanza bassa. Ad Assen parleremo delle modifiche per il prossimo anno, il layout classico è più bello ma è anche vero che ci sono due punti pericolosi. Per usarlo bisogna aumentare lo spazio di fuga.

Su questo punto si è mostrato d’accordo Marquez: “oggi ho fatto una brutta caduta, ma lì la via di fuga è ampia e non ho avuto problemi. Per ogni caduta c’è sempre una causa ma il vero problema è la vicinanza dei muri.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Lorenzo:per usare quelle due curve serve più spazio e la ghiaia nella via di fuga della 12, intanto le Formula 1 non le usano e non darebbe loro fastidio. Utilizzare la variante, come abbiamo fatto, può portare a situazioni di pericolo in caso di errore, come è successo a me con Iannone”.

Pedrosa ha anche osservato i punti critici di quel punto di frenata. “Me ne sono accorto oggi, ora che facciamo la variante - spiega - La pista ha una leggera discesa ed è difficile frenare, inoltre si tende a entrare larghi ma così facendo si va sulla striscia bianca. Sembra che siano stati applicati vari strati di vernice, è spessa, e diventa difficile controllare l’anteriore”.

Articoli che potrebbero interessarti