Tu sei qui

Moto2, FP3: Rins beffa Zarco

Miglior tempo per Alex che regola Zarco e Lowes. Morbidelli e Baldassarri quinti e sesti

FP3: Rins beffa Zarco

Share


Dopo i tragici fatti di ieri, le sessioni di prove libere sono state allungate per consentire ai piloti di famigliarizzare con il nuovo layout imposto che vede ora i piloti utilizzare il tratto finale lento in uso nella Formula 1: oltre ad un tornante a sinistra più secco ed acuto ed una curva a sinistra decisa, al posto del veloce curvone a destra che è stato fatale a Salom, ora vi è una chicane destra-sinistra-destra, prima dell’immissione nella ultima curva prima del traguardo. Una soluzione simile venne adottata nel circuito portoghese dell’Estoril, che prevedeva le medesime insidie.

Chi ha buona memoria ricorderà che le moto hanno già vissuto una modifica al disegno a Barcellona: nel tratto centrale il circuito prevedeva un curvone seguito da una velocissima variante destra-sinistra, ritenuta troppo pericolosa e conseguentemente tagliata fuori.

Nei 60 minuti il più veloce è stato il catalano Alex Rins con il tempo di 1'49"579, nuovo riferimento di categoria; il pilota di Barcellona si è adattato meglio al nuovo layout del Montmelò che, peraltro, conosce benissimo abitando a pochi chilometri dal cancello di ingresso.

Il pilota del team di Sito Pons ha ottenuto la sua migliore prestazione proprio nell’ultimo giro delle sue prove libere, scalzando dal trono il campione del mondo in carica, il francese Johann Zarco, più rapido di tutto per l’intera durata del turno, prima di cedere il miglior tempo al rivale spagnolo. Il francese stato l'unico oltre a Rins a scendere sotto il muro del minuto e cinquanta.

Terzo tempo per il britannico Sam Lowes, sempre veloce e spettacolare, che ha ben digerito le varianti apportate al circuito di Barcellona. Il giapponese Nakagami è stato autore del quarto crono, appena davanti al quinto posto di Franco Morbidelli, incappato anche in una innocua scivolata, ma molto a suo agio tra i cordoli spagnoli.

Sesta posizione per il bravo Lorenzo Baldassarri, davanti a Thomas Luthi e Danny Kent. Altri italiani nelle prime posizioni sono il romano Simone Corsi, undicesimo, e Luca Marini con il dodicesimo tempo, impegnati a trovare un nuovo assetto per la gara di domani.

Chi non ha segnato tempi validi è stato lo svizzero Jesko Raffin, compagno di team di Luis Salom, che ha preferito non scendere in pista.

 

 

 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti