Tu sei qui

SBK, Donington, Davies: "A Misano saremo più preparati"

"Difficile oggi contro le Kawasaki, ma sappiamo di poter puntare più in alto", Giugliano:"Weekend dolceamaro, problemi in frenata"

Donington, Davies: "A Misano saremo più preparati"

Share


Rispettivamente secondo e quarto dopo un buono avvio di gara, Davies e Giugliano hanno lottato fin dall’inizio per tenere il passo della coppia di testa composta da Sykes e Rea. Il gallese ha mostrato un miglior stato di forma rispetto ai giorni precedenti riuscendo a girare sul 1’28 basso, un passo che gli ha consentito di occupare la terza posizione in solitaria fino alla bandiera a scacchi.

È sicuramente bello risalire sul podio dopo le difficoltà incontrate inizialmente qui a Donington- le parole del gallese della Ducati -  Soprattutto, era importante ottenere un risultato positivo dopo non essere riusciti a terminare la gara ieri (sabato, ndr). "L’inizio in salita ci ha ostacolato, e ieri probabilmente ho spinto troppo, ma siamo qui per vincere e quando si è in testa bisogna provarci."

"Sappiamo di poter puntare più in alto, ci sono alcuni aspetti nei quali possiamo migliorare, ma su questa pista era difficile battere le Kawasaki - ha quindi aggiunto Davies, che conclude con una promessa: "Contiamo di arrivare a Misano più preparati. Faremo un test di due giorni in settimana, e puntiamo a migliorare il terzo posto ottenuto nel 2015”.

Davide Giugliano ha invece accusato alcune difficoltà impreviste, soprattutto in fase di staccata. problemi che gli hanno impedito di ripetere le prestazioni ottenute in qualifica ed in Gara 1, costringendolo ad una gara in salita, chiusa al settimo posto.

È stato un weekend dal sapore dolceamaro per noi- le parole del pilota laziale -Dopo la bella gara di ieri, puntavamo a fare un altro passo avanti per essere competitivi fino alla fine. Purtroppo invece ho avuto problemi in staccata ed entrata in curva, ancora da chiarire insieme alla squadra, che hanno pregiudicato la nostra prestazione".

Un problema non da poco su una pista molto tecnica e con dei punti dove la staccata è decisiva: "Ci sono tre o quattro punti fondamentali, dove accumulavamo quasi tutto il distacco. Di positivo resta il secondo posto di ieri, ed ora dobbiamo rimboccarci le maniche per evitare certi inconvenienti in futuro e continuare il nostro percorso di crescita" per il prossimo weekend si torna in Italia, e Davide ha voglia di rifarsi: "Non vedo l’ora di correre davanti al nostro pubblico a Misano, una pista dove siamo sempre stati competitivi”.

Articoli che potrebbero interessarti