Tu sei qui

SBK, Giugliano: "Non vogliamo accontentarci"

"Tornare sul podio è positivo, ma non siamo ancora al 100%", Davies:" Forse abbiamo sbagliato la scelta della gomma anteriore. Preziosi i minuti persi venerdì"

Giugliano: "Non vogliamo accontentarci"

Share


Protagonista oggi di una bella prestazione, Davide Giugliano porta a casa il secondo podio consecutivo dopo quello centrato in Gara 2 a Sepang, chiudendo alle spalle di Nicky Hayden. Oggi sulla sua strada il "bandito" ha trovato un altrettanto coriaceo Tom Sykes, ma la rotta che Davide sembra aver imboccato è forse quella giusta per lasciarsi alle spalle un periodo difficile per lui, sotto il profilo dei risultati:" Tornare sul podio dopo la Malesia è sicuramente un risultato positivo - le sue parole- ma non siamo ancora al 100% del nostro potenziale e non vogliamo accontentarci." 

Passa poi ad analizzare la gara, che fino a sei giri dal termine lo ha visto in testa, salvo poi alzare bandiera bianca nel finale dopo il sorpasso di Tom Sykes:"È stata una gara dura, sia per le gomme che per il fisico. La battaglia con Sykes è stata corretta e divertente, mi aspettavo un piccolo calo da parte sua ma è stato più veloce negli ultimi giri." A quel punto forse anche un po' a corto con le gomme la vittoria era sfumata:" Quando ho provato a tenere il suo passo mi sono reso conto che sarebbe stato troppo rischioso, quindi ora proveremo a fare qualche piccola modifica insieme alla squadra per migliorare appunto nelle fasi finali."

Weekend decisamente di altro tono quello di Chaz Davies. Dopo l'inconveniente in FP2 che gli ha fatto perdere praticamente l'intero turno di libere, per Chaz arriva la delusione anche in gara, con due cadute, e con Jonathan Rea che si allontana in classifica generale:" Ci siamo presentati in gara con alcuni punti di domanda dopo aver perso 40 minuti preziosi durante le prove. Il venerdì è importantissimo per trovare il giusto setup e scegliere le gomme adatte, e sfortunatamente non siamo riusciti a sfruttarlo pienamente."

Punti di domanda che si sperava di aver sciolto, ma qualcosa non è andato per il verso giusto:" Volevo prendere confidenza con la moto giro dopo giro per poi valutare le nostre opportunità. Forse abbiamo sbagliato la scelta dello pneumatico anteriore, ma non è stata questa la causa della caduta. Quando ho lasciato i freni, in entrambi i casi, l’anteriore si è scaricato un po’ bruscamente" ha quindi concluso Davies, che per domani si mantiene fiducioso:" Troveremo tutti insieme la quadratura del cerchio per migliorarci"

 

Articoli che potrebbero interessarti