Tu sei qui

SBK, Una Superpole da record per Tom Sykes

L'inglese senza rivali precede Davies e Savadori, in seconda fila Rea e la Ducati di Giugliano

Una Superpole da record per Tom Sykes

Era tutto previsto! Già, perché dopo il dominio nelle libere, Tom Sykes non si è risparmiato nemmeno in qualifica. Incontenibile per tutti il pilota britannico, che davanti al proprio pubblico ha dominato la Superpole di Donington, lasciando agli avversari solo le briciole. Per lui parlano i numeri, tanto da essere l’unico in grado di abbattere il muro dell’1’27”, fermando il cronometro sull’1’26”712. Addirittura nove decimi in confronto a quello che è stato il riferimento siglato da Pedrosa, quando la MotoGP faceva ancora tappa nelle Midlands Orientali.

Risalta in particolare il distacco rifilato al primo degli inseguitori, ovvero gli otto decimi incassati da Chaz Davies (+0.860). Si è dovuto accontentare del secondo tempo il connazionale, precedendo di soli 19 millesimi uno strepitoso Lorenzo Savadori, ormai una certezza sul giro secco. È senza dubbio il romagnolo la notizia positiva del sabato per gli italiani, che nel pomeriggio scatterà dalla prima fila in sella alla sua Aprilia.

Dietro di lui Johnny Rea deve fare i conti con una giornata opposta a quello del compagno, a tal punto da rimanere fermo in pista in mattinata per problemi alla sua Kawasaki. Partirà dalla seconda fila il campione iridato, precedendo in  quarta casella la Ducati di Davide Giugliano per un solo millesimo. Insieme a loro la BMW di Jordi Torres.

Costretto ad inseguire Nicky Hayden (+1.415), fresco vincitore in Malesia, ma questa volta soltanto settimo in qualifica, seguito dalla MV Agusta di Camier (+1.697) e la Yamaha di Baubier (+1.905), in cui sono riposte le speranza per l’appuntamento nel Regno Unito. Poi Forés e Abraham.   


Articoli che potrebbero interessarti