Tu sei qui

MotoGP, Galbusera: motore rotto? solo sfortuna per Vale

Il capotecnico di Rossi: "ipotizziamo una fornitura difettosa. Troppo rischioso partire con un propulsore nuovo"

Galbusera: motore rotto? solo sfortuna per Vale


Due propulsori rotti nel giro di qualche ora difficilmente sono una semplice coincidenza e sicuramente gli ingegneri Yamaha avranno da fare nei prossimi giorni per scoprire cosa sia successo. Silvano Galbusera, il capotecnico di Valentino, è intervenuto sull’argomento su Radio 24, ospite della trasmissione Tutti Convocati.

E’ stata solo sfortuna. Sia Valentino che Jorge erano al loro terzo motore, che avevano utilizzato nella gara precedente senza problemi - ha spiegato - I due primi motori avevano raggiunto il doppio del chilometraggio”.

Al Mugello però è andata diversamente.

Non abbiamo fatto nulla di diverso, nemmeno uno scarico diverso - ha continuato - Le rotture di due motori in modo così ravvicinato fa pensare a una fornitura difettosa, ma stanno ancora analizzando cosa sia accaduta”.

In tanti si sono chiesti perché, dopo quanto successo a Lorenzo nel warm up, non si sia deciso di montare un propulsore nuovo anche a Valentino.

Innanzitutto il motore di Valentino aveva meno chilometri di quello di Jorge, poi sarebbe stato rischioso partire per la gara con un’unità nuova senza avere fatto delle prove” la sua risposta.

Galbusera ha poi mostrato ottimismo per le prossime gare.

Vale al Mugello era molto competitivo, in perfetta forma. Siamo solo a un terzo della stagione e il Mondiale non è chiuso, a Barcellona ed Assen ha fatto ottimi risultati negli scorsi anni. Sono certo che sarà molto veloce”, ha concluso.

Articoli che potrebbero interessarti