SBK, Alex Lowes: "Una caduta abbastanza pesante"

Paul Denning: "Nelle corse serve anche la fortuna e al momento non ne abbiamo molta. Vedremo in settimana come preparare Donington"

Share


La stagione delle piogge in Malesia non lascia scampo ai piloti e rende Gara 2 difficile per molti. A farne le spese è Alex Lowes che alla curva 12 a sei giri dal termine quando era in fase di rimonta,  perde il controllo della sua R1 e chiude in anticipo il weeked malese con un ricovero al centro medico. Per lui la diagnosi parla di frattura alla clavicola sinistra.

Un problema in più per il Team di Paul Denning, già orfano di Sylvain Guintoli, e che per la trasferta di Donington rischia di avere entrambi i piloti fermi ai box: "Un finale deludente, in un fine settimana che comunque per noi era partito bene - le parole del team principal di Yamaha Pata - con il quinto posto in Gara 1 e una prova molto positiva per noi sul fronte del comportamento della moto."

Con il bagnato si sperava in qualcosa di più, dato che anche ad Assen la gara era stata chiusa comunque in maniera egregia: "Purtroppo non siamo riusciti a far rendere al 100% la ruota posteriore" afferma con rammarico.

"Dopo Assen , speravamo di fare di più oggi in condizioni da bagnato, e Alex stava risalendo bene le posizioni prima della caduta. Nelle corse ci vuole anche la fortuna, ed in questo momento non ne abbiamo tanta -  ha quindi aggiunto - Alex parla di un suo errore , ma io dico che è stata sfortuna. Ora valuteremo il da farsi per Donigton. Aspettiamo la fine della settimana per saperne sulle condizioni, anche di Guintoli." (anche lui fermo dopo l'incidente ad Imola, sempre per un highside, ndr)

Alex Lowes, sofferente per il colpo preso, si rammarica per la buona prestazione che stava portando al termine. Tutto sfumato a pochi giri dalla fine quando aveva nel mirino i primi cinque ed un highside lo ha tradito: "Ero riuscito a fare dei buoni passaggi e stavo guadagnando sui primi. Purtroppo il  poco grip alla ruota posteriore, che mi ha dato noie sin dall'inizio, ha avuto la meglio."

Una gara in salita per lui, che comunque era riuscito a tenere duro pur con i problemi lamentati: "Ho girato cercando di compensare con la guida, facendo traiettorie diverse e spostando il peso del corpo per compensare. Ma quando ho forzato verso la fine di gara la moto mi ha tradito ed ho pagato un caro prezzo"

Stasera stessa tonerà in Inghilterra e lì saranno fatti i dovuti esami e cure: "E 'stato un incidente abbastanza pesante. Ora sento un po' di dolore, ma ho solo bisogno di una sistemata. La speranza è tornare al più presto in sella."

Share

Articoli che potrebbero interessarti