Tu sei qui

SBK, Imola, doppia Ducati in SP2: Davies davanti a Giugliano

Le due Kawasaki di Rea e Sykes inseguono in terza e quarta casella. Bravo Savadori in quinta poszione a ridosso dei primi

Imola, doppia Ducati in SP2: Davies davanti a Giugliano

Weekend di Gara che si prospetta incandescente quello che prenderà il via alle 13:00 con con il semaforo di Gara 1. Le due Ducati infiammano il pubblico di Imola con le prime due posizioni sullo schieramento al termine della sessione di Superpole.

Chaz Davies piazza il giro record con il nuovo best lap con il crono di 1.45"598, spodestando dal primato  il precedente riferimento di Tom Sykes del 2013,  di 1.49"981. Dietro di lui risorge Davide Giugliano, che finalmente lancia l'acuto e si piazza alle spalle del compagno di team con un distacco di 0.457 decimi. Veloce sin dalle prime battute, Davide ha probabilmente trovato il bandolo della matassa sul setting della sua Panigale R, che ieri lo aveva fatto tribolare. Per la gara si ritaglia un ruolo tra i protagonisti.

Dietro le due Ducati, troviamo le Kawasaki di Jonathan Rea e Tom Sykes. Per i due un distacco dal poleman Davies di 0.730 e 0.733 decimi rispettivamente. Distacchi importanti, almeno sul giro secco. La gara si prospetta difficile, ma nulla è da dare per scontato, soprattutto in vista di Gara 2 dove il meteo, previsto a rischio pioggia, potrebbe scombinare gli attuali valori in campo.

Quinto tempo per un sempre più convincente Lorenzo Savadori, con la Aprilia del team Iodaracing. Il giovane cesenate si piazza a ridosso dei primi sfoderando grande velocità sul tracciato romagnolo e chiudendo con il tempo di 1.46"531 a due decimi dalle Kawasaki. Lorenzo si candida ad essere la sorpresa del weekend imolese.

Savadori precede Jordy Torres con la BMW del team Althea e un positivo Leon Camier in sella alla MV F4. Ottava piazza per Markus Reiterberger, davanti alla Honda di Nicky Hayden e la Ducati di Matteo Baiocco.

Prove sfortunate per Sylvain Guintoli che a metà turno incappa in un brutto higside con la sua R1 mentre percorreva le Acque Minerali. Per lui, trasportato al centro medico del circuito, e con una sospetta frattura del malleolo, la gara potrebbe essere a forte rischio. 

(photocredits Costantino Di Domenico)

 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy