Tu sei qui

SBK, Reiterberger: Il 4° tempo? Posso fare molto di più

Torres: "Soffro troppo nelle curve strette"; De Rosa: "La priorità? Le qualifiche con pista asciutta"

Reiterberger: Il 4° tempo? Posso fare molto di più

Share


Si è rivelato una delle sorprese di questo venerdì. Nella sessione di libere del pomeriggio, Markus Reiterberger è riuscito a risalire la classifica fino al quarto posto, portando la sua BMW a ridosso della Ducati di Davies e le due Kawasaki ufficiali. Un indizio da non sottovalutare, soprattutto per quanto riguarda la giornata di domani.

Il sorriso in volto dell’alfiere Althea lascia pochi dubbi: “Ovviamente sono entusiasta – ha sostenuto - la mia quarta posizione odierna è un buon risultato per questo venerdì. I tempi sul giro non sono male, così come il passo registrato sul long-run in seguito ad alcune modifiche sul set up”.

Reiterberger guarda quindi con fiducia alla giornata di domani: “Stamane è servito un po’ di tempo per prendere fiducia con la pista, dato che non corro qua dal 2012 – ha concluso - mi sento bene, anche perché sono consapevole di avere del margine per fare di più.”

Non da meno è stato Jordi Torres, che nel pomeriggio ha strappato il sesto crono. Le sue idee sono ben chiare: “Stiamo cercando di trovare il limite della moto – ha spiegato – in FP2 sono riuscito ad avere maggiore confidenza, così voluto spingere ulteriormente”. Lo spagnolo sa qual è il punto dove lascia per strada diversi decimi: “Nella variante alta e in quella bassa faccio più fatica – ha aggiunto - anche perché il mio stile di guida non mi aiuta nelle curve strette”.

Per quanto riguarda la Stock1000 miglior avvio non si poteva certo immaginare per Raffaele De Rosa. Dopo Assen il napoletano ha fatto capire di non voler lasciare nulla al caso, archiviando il venerdì con il miglior tempo: “Stamane la pista era ancora umida e quindi ho preferito evitare rischi – ha detto -nel pomeriggio abbiamo iniziato col piede giusto, tanto da trovarmi bene già con la gomma usata”.

De Rosa pensa quindi positivo per il sabato, sperando anche in un aiuto del meteo: “Forse nel primo settore potrei essere più preciso – ha analizzato – non credo siano necessarie grandi modifiche. L’importante sarà riuscire a fare le qualifiche in condizioni di asciutto.”

Articoli che potrebbero interessarti