Tu sei qui

SBK, SSP, FP2: Zaccone insidia la leadership di Sofuoglu

Poco più di due decimi separano l'alfiere Kawasaki dal pilota turco, 3° Caricasulo

SSP, FP2: Zaccone insidia la leadership di Sofuoglu

Il copione è quello visto al mattino. Nella giornata inaugurale, Kenan Sofuoglu recita la parte di protagonista, riconfermandosi anche nella FP2 del pomeriggio. Ancora una volta il turco fa registrare il migliore tempo, bloccando il cronometro sull’1’51”841. Imola sembra essere fatta su misura per lui, tanto da essere stato l’unico ad abbattere il muro dell’1’52”. Questa volta però i distacchi si riducono.

Se in FP1 il campione in carica rifilava quasi mezzo secondo al primo degli inseguitori, adesso il gap è di soli due decimi. Ad insidiarlo è un sorprendente Alessandro Zaccone (+0.241). Un colpo di reni nel finale per il pilota tricolore diciassettenne, che firma la doppietta Kawasaki nel circuito intitolato alla memoria di Enzo e Dino Ferrari. Ma le buone notizie per i nostri piloti di casa non sono finite qua, perché Federico Caricasulo (+0.312) strappa il terzo tempo alle spalle del connazionale. Meglio di così forse non poteva andare.   

Segnali di riscossa giungono anche da Randy Krummenacher, tagliato fuori dalla top ten stamane. Lo svizzero ha iniziato a spingere sull’acceleratore, arrivando negli scarichi del pilota Honda. Chi deve invece rincorrere è Jules Cluzel (+0.568). Secondo in FP1, il francese perde terreno, accusando oltre mezzo secondo dalla leadership e costretto ad accontentarsi del quinto crono. Solo sedici millesimi gli permettono di precedere l’americano Jacobsen, mentre settimo Rea.

Nella top ten c’è anche posto per Zanetti e Badovini, racchiusi in 46 millesimi, mentre decimo si conferma il Jezek. Dietro il pilota ceco insegue la MV Agusta di Rolfo (+1.047), staccato di oltre un secondo dalla vetta. Addirittura sedicesimo Baldolini (+1.797), costretto a fare i conti con un gap che supera il secondo e mezzo.

 

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti