Tu sei qui

MotoGP, Domenicali: terza Ducati per i due Andrea? Perchè no?

Parla l'A.D. per la festa dei 90 anni della Rossa: "Ho chiesto a Dall'Igna due vittorie nel 2016. Stoner? Escludo torni a correre"

Domenicali: terza Ducati per i due Andrea? Perchè no?

È la festa dei 90 anni e un regalo migliore non si poteva certo desiderare. I sogni di vittoria per la Casa di Borgo Panigale saranno riposti dal prossimo anno in Jorge Lorenzo. Proprio lui, il pilota di cui tanto si è parlato in questo mercato e che ieri è arrivato l’annuncio ufficiale.

Ducati festeggia così l’avventura iniziata il 4 luglio 1926, che ha visto vent’anni dopo il debutto della Cucciolo. La prima vittoria porta la firma di Paul Smart a Imola, nel 1972, in sella alla 750SS. Otto anni più tardi il debutto in Superbike, dove la Rossa detiene ancora oggi il maggior numero di titoli vinti come marchio.

 Il passo nel Motomondiale è breve. Bisogna però attendere il 2003, ma l’inizio è di quelli che ben promettono, con il podio di Capirossi alla terza gara e il successo dell’italiano a Catalunya. Poi l’avvento di Stoner, il titolo Mondiale, il biennio Rossi fino ad arrivare ai giorni nostri con i due Andrea.

A ripercorrere la storia della squadra italiana è stato Claudio Domenicali, a Borgo Panigale dal 1991, in occasione della conferenza stampa tenuta stamane nella Sala Rossa del Comune di Bologna alla presenza del  sindaco Virginio Merola. Oltre alla pista, l’amministratore delegato ha tracciato il bilancio anche per quanto riguarda il prodotto.  

I numeri premiano il vostro 2015.

“E’ stata un’annata straordinaria, con un record di produzione di 54.800 moto e un fatturato di 700 milioni di euro. Abbiamo inoltre permesso l’assunzione di 200 nuove persone, mentre siamo entrati nel mercato Enduro con la Multistrada e nel settore Cruiser con la XDiavel. Per quanto riguarda lo Scrambler tengo a sottolineare che ci sono ben 16 mila nuovi clienti.

Passando alla parte sportiva, le prime gare hanno messo in mostra una Ducati competitiva.

Siccome nel 2015 non abbiamo vinto nemmeno una gara, ho detto a Gigi Dall’Igna che quest’anno dovremo vincerne due. In questo avvio abbiamo dimostrato di essere sempre in lotta per podio, ma anche di voler salire sul gradino più alto. In alcune occasioni siamo riusciti anche a sprecare, a tal punto che qualche tifoso sarà saltato in piedi sul divano. Adesso arriveranno i tracciati europei, siamo consapevoli che sarà più difficile, però queste sono le corse”.

Come deciderete il pilota da affiancare a Jorge Lorenzo?

Sarà un processo trasparente, dove faremo delle valutazioni ponderate. Entrambi i nostri piloti hanno carte interessanti, dimostrando di essere competitivi. Sarà una scelta complicata, la quale lascerà del rammarico, perché sia Dovi che Iannone hanno contribuito al lavoro di sviluppo. Peccato non avere tre di moto.

Perché no?

Giusto, perché no?”.

In ottica 2016, quanto può condizionare l’arrivo di Lorenzo?

Penso poco. Lo sport ha le sue regole e per puntare a un 2017 migliore non si poteva non fare questa scelta al momento giusto. È nella natura delle cose. Archiviata questa trattativa, ci concentreremo nel discutere quello che sarà il futuro”.

Eppure in pista ci sono otto Ducati. Non è forse meglio, visti i team satellite, evitare di rinforzare diretti concorrenti?

Non escludo la possibilità del team satellite, nonostante abbiano le proprie logiche di scelta. Sarebbe bello che entrambi i nostri potessero rimanere in famiglia, perché rappresenterebbe una grande soddisfazione”.

 Lorenzo è una certezza per il futuro. Stoner invece?

Penso stia attraversando il pieno della propria maturità. Nonostante l’assenza dal mondo della corse è una persone felice. Escludo quindi il fatto che possa tornare a correre”.   

In attesa del 2017, a luglio ci sarà il grande appuntamento con il World Ducati Week. Cosa dovranno aspettarsi gli appassionati?

 “Sarà un grande evento. Per l’occasione daremo il via al Giro del Mondo della Ducati Mulistrada Enduro su un percorso composto da sette tappe”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti