Tu sei qui

SBK, Pirelli: Ad Assen debutto all'anteriore per la SC3

Tutte le soluzioni riguardanti gli pneumatici in occasione del quarto round delle derivate in Olanda

Pirelli: Ad Assen debutto all'anteriore per la SC3

Share


È già tempo di tornare in pista e che pista quella che ospiterà il quarto appuntamento del Mondiale Superbike. Per il 25° anno, le derivate saranno di scena ad Assen, in quella che per anni è stata considerata come “Università delle due ruote”. Per l’occasione Pirelli sfoggerà per la prima volta la nuova soluzione anteriore di gamma SC3 che costituisce l’opzione in assoluto più dura della linea DIABLO SBK.

La nuova soluzione SC3, disponibile in gamma sia per l’anteriore che per il posteriore, è quella più robusta tra quelle presenti. Si tratta quindi di una mescola che nasce soprattutto per essere utilizzata nel corso di gare endurance o in tutti quei casi in cui è richiesta una elevata resistenza e una durata delle prestazioni superiore a quelle che le altre mescole sono in grado di garantire.

All’anteriore, la SC3 si dimostra versatile ed offre prestazioni costanti. Nello specifico, rispetto ad una SC1, garantisce un chilometraggio maggiore a scapito però del grip e del contact feeling, mentre se paragonata alla SC2 continua ad offrire un chilometraggio superiore ma, allo stesso tempo una minore precisione di guida. Lo pneumatico è inoltre indicato per tutti quei contesti di gara, come ad esempio le tappe europee più fredde, in cui è necessario utilizzare una soluzione molto protetta e resistente che difficilmente possa strapparsi con il freddo.

In occasione della tappa olandese, con meteo variabile,  le squadre potranno fare affidamento su pneumatici da bagnato DIABLO RAIN e pneumatici intermedi DIABLO WET.   

In caso di asciutto, i piloti avranno a disposizione quattro soluzioni anteriori e altrettante posteriori, oltre allo pneumatico posteriore da qualifica. All’anteriore ci saranno due soluzioni di sviluppo e due di gamma. Tra quelle di sviluppo la SC1 S1699, molto apprezzata dai piloti già nei primi tre round, e la SC2 U0176, che, a livello di mescola, si posiziona più o meno a metà strada tra una SC1 e una SC2 anche se più vicina alla media che alla morbida. Come gamma, oltre alla già ben nota SC2, i piloti per la prima volta potranno provare la nuova SC3, l’anteriore più duro della gamma 2016.

Per quanto riguarda invece il posteriore, le squadre potranno affidarsi alle stesse soluzioni già presenti nell’ultimo round svoltosi in Spagna. Nello specifico ci sarà innanzitutto la SC0 di gamma, la più morbida ed quella ideale per affrontare asfalti lisci e temperature elevate, offrendo la massima improntabilità su asfalti lisci e massimo sviluppo di trazione alle alte temperature oltre alla più elevata stabilità al decadimento termico delle prestazioni.

La seconda soluzione è costituita dalla SC1 di gamma, che presenta una durezza media della mescola che si posiziona a metà strada tra la soluzione morbida e quella dura ed un’ottima alternativa alla SC0 quando le temperature sono troppo basse oppure l’asfalto è particolarmente abrasivo.

Terza soluzione è rappresentata dalla SC1 di sviluppo U0989, che ad Aragón non ha avuto modo di essere valutata appieno dai piloti. L’ultima opzione è la SC2 di gamma, la soluzione dura della gamma che viene utilizzata con asfalti severi e abrasivi e/o in condizioni di bassa temperatura esterna.

 

 

Le statistiche 2015 Pirelli per TT Circuit Assen

• Numero totale di pneumatici portati da Pirelli: 4619

• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe Superbike: 5 anteriori e 7 posteriori

• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Superbike: 34 anteriori e 37 posteriori

• Numero di soluzioni per la classe Supersport (asciutto, intermedia e bagnato): 4 anteriori e 5 posteriori

• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Supersport: 22 anteriori e 25 posteriori

• Best Lap Awards Superbike vinti da: Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) in 1'35.899 (Gara 1, 20° giro) e da Chaz Davies (Aruba.it Racing-Ducati SBK Team) in 1'35.992 (Gara 2, 18° giro)

• Best Lap Awards Supersport vinto da: Jules Cluzel (MV Agusta Reparto Corse),in 1’38.184 (15° giro)

• Temperatura in Gara 1: aria 9° C, asfalto 15° C

• Temperatura in Gara 2: aria 13° C, asfalto 20° C

• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 303,2 km/h, realizzata in Gara 2 da Michael Van Der Mark (Pata Honda World Superbike Team) al 20° giro

• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Supercorsa nella gara Supersport: 263,2 km/h, realizzata daPatrick Jacobsen (Kawasaki Intermoto PonyExpres) al 16° giro.

Articoli che potrebbero interessarti