Tu sei qui

Moto3, WUP: Pawi svetta sul bagnato, 2° Antonelli

In Moto2 Zarco si prende la vetta, 4° Pasini, 6° Lowes

WUP: Pawi svetta sul bagnato, 2° Antonelli


Alla fine la pioggia è arrivata, complicando ancora di più i piani. Prevista inizialmente nella giornata di venerdì, l’acqua ha mischiato le carte in tavola, come se già non lo fossero abbastanza. Nonostante le avverse condizioni meteo, alle ore 9:40 sono stati i piloti della Moto3 ad aprire la giornata con Pawi a comandare il gruppo davanti ad Antonelli e Bulega. In Moto2 Johann Zarco si è preso una mezza rivincita dopo la pole soffiata ieri da Lowes. Il francese termina al comando il turno seguito da Cortese e Rins.

MOTO 3 – Pawi ha fatto la danza della pioggia, tanto da infrangere il muro dei due minuti con il tempo di 1’59”445. Ormai il malese non è più una sorpresa, nonostante la retrocessione in griglia in settimana casella. Alle sue spalle, con oltre un secondo di ritardo, si inserisce Niccolò Antonelli (+1.360), il quale ambisce a calare il bis dopo Losail. Terzo tempo invece per Nicolò Bulega, che proprio sul finale aggancia la coppia di testa staccato di soli due decimi. C’è un altro italiano all’inseguimento dell’asiatico, ovvero la KTM Leopard di Andrea Locatelli (+1.761), che precede Martin e Jorge Navarro.

Per quanto riguarda i connazionali, decimo tempo per Francesco Bagnaia (+2.840), mentre 15° Enea Bastianini, tallonato dal poleman Brad Binder. Più staccati, attorno alla ventesima piazza, Fabio Di Giannantonio e Andrea Migno, 29° Fenati, il quale ha evitato di prendere rischi. In fondo Spiranelli e Petrarca.     

MOTO 2 – Sul filo di lana Johann Zarco. Il francese ha fatto capire che in gara vuole il riscatto, aggiudicandosi il warm-up con il crono di 1’54”847. Bastano 63 millesimi all’iridato per precedere Sandro Cortese, mentre terzo tempo per Rins (+0.401), deludente ieri tanto da finire fuori dalla top ten.

Spicca in quarta posizione, con poco più di quattro decimi da recuperare, Mattia Pasini. Nonostante la 20^ casella in griglia, il romagnolo è il migliore tra gli azzurri, mentre tre posizioni più arretrate Franco Morbidelli (+1.075), autore del quinto crono in qualifica, seguito da Simone Corsi (+1.207).

Per quanto riguarda Sam Lowes (+0.879), protagonista della pole il sabato, non resta che consolarsi con la sesta piazza alle spalle di Simeon. Positiva invece la prestazione di Luca Marini (+1.502), addirittura decimo, confermando così il proprio potenziale sul bagnato. Discorso inverso per il compagno Baldassarri (+3.750), ventiquattresimo, tre posizioni più arretrate Tonucci.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti