Tu sei qui

Moto3, FP1: Bastianini svetta sullo sporco

L'alfiere Honda precede Loi, quinto Locatelli, sorprende Maria Herrera col settimo tempo

FP1: Bastianini svetta sullo sporco

Il copione è lo stesso del venerdì di un anno fa: pista sporca e scivolosa. Meglio allora evitare rischi. Nonostante le difficoltà ci ha pensato Enea Bastianini a chiudere in vetta la prima sessione di prove libere, grazie al crono di 1’52”467.

Si gira su tempi alti, ben quattro secondi in più rispetto al record del tracciato sudamericano. L’alfiere Honda, ambizioso di rivincita dopo il Qatar, sembra però trovarsi già a proprio agio, rifilando oltre tre decimi di distacco a Livio Loi (+0.375). Ad insidiare la coppia di testa ecco invece il sudafricano Binder (+0.605), che due settimane fa ha visto sfumare la prima vittoria vittoria per soli sette millesimi.

In quell’occasione fu Niccolò Antonelli a salire sul gradino più alto del podio. Il portacolori di Ongetta questa vuole rimediare alla caduta di un anno fa, anche se il turno inaugurale del venerdì lo vede soltanto undicesimo (+1.366), preceduto di 12 millesimi da Fabio Quartararo. Sicuramente meglio è andata al connazionale Andrea Locatelli (+0.985), autore del quinto crono alle spalle di Jorge Navarro (+1.126), mentre sorprende il settimo tempo realizzato da Maria Herrera (+1.205), più veloce di 14 millesimi rispetto a quanto fatto da Romano Fenati.

Se l’ascolano si inserisce nella top ten, soffre invece il compagno di squadra, quel Nicolò Bulega (+1.777) che a Losail aveva sorpreso tutti fin dal turno di libere del giovedì. L’alfiere del team Sky VR46 deve fare i conti con un tracciato ancora da scoprire, tanto da accontentarsi del 17° tempo alle spalle di Pecco Bagnaia (+1.714). Più arretrato Andrea Migno, così come Di Giannantonio, mentre chiudono il gruppo Spiranelli, Petrarca e Valtulini.    

 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy