Tu sei qui

MotoGP, Marquez: In Argentina voglio più del 3° posto

Pedrosa punta al riscatto dopo l'inizio in salita di due settimane fa a Losail

Marquez: In Argentina voglio più del 3° posto

Share


Un avvio dal doppio volto. La prima tappa del Qatar ha mostrato il diritto e il rovescio della medaglia in casa Honda. Se Marc Marquez è riuscito ad agganciare il terzo gradino del podio, Daniel Pedrosa è stato costretto accontentarsi del quinto posto alle spalle di Valentino Rossi, con un distacco dalla vetta che si aggirava attorno ai quindici secondi.

Adesso è giunto il momento di voltare pagina, ripartendo dall’Argentina, la pista che lo scorso anno vide il primo colpo di scena nella rivalità tra Rossi e Marquez. Oltre alla rivalità tra i due, i riflettori saranno puntati sulle gomme. A Losail il nuovo pneumatico ha superato a pieni voti il primo esame, adesso c’è la seconda prova, in un tracciato dove le Michelin rappresentano un grosso punto interrogativo.

Interrogativo che il 93 della Honda vuole trasformare in certezza, proprio come due anni fa, quando vinse al debutto davanti a Pedrosa e Lorenzo: “Arriviamo a questa gara consapevoli della crescita dimostrata due settimane fa in Qatar – ha affermato Marquez – purtroppo a Rio Hondo non ci sono stati test durante l’inverno e quindi dovremo aspettare il venerdì per trarre il primo giudizio”.

Il podio di Losail ha rappresentato senza dubbio una grande iniezione di fiducia per il pilota Honda, che ora punta a rilanciare: “Credo che la terza posizione fosse difficile da immaginare prima della gara – ha sottolineato – l’Argentina mi piace molto come pista, infatti siamo sempre stati veloci. Voglio quindi migliorare le mie prestazioni rispetto alla prima gara dell’anno”.

Chi cerca riscatto è senza dubbio Daniel Pedrosa. Lo spagnolo non è ancora riuscito a ottenere quello step sul fronte della crescita dimostrato dal compagno. Il 26 spera quindi che in Sudamerica possa arrivare la svolta attesa: “Abbiamo bisogno di migliorare la posizione di guida , così come il setup  al fine di trovare una migliore velocità – ha dichiarato Daniel - al momento il gap con i leader è ancora troppo grande”.

L’iberico preferisce comunque vedere il bicchiere mezzo pieno, puntando  a tornare sul podio dopo aver saltato l’edizione dello scorso anno: “Ho avuto buone risposte a Losail per quanto riguarda il passo e il braccio – ha concluso – nel 2015 non ho corso, però la pista mi ha lasciato ricordi positivi, inoltre è un tracciato di cui apprezzo particolarmente le caratteristiche”.

Articoli che potrebbero interessarti