Tu sei qui

MotoGP, Viñales e Rins, ecco "l'altro mercato"

Yamaha vorrebbe Maverick per l'eventuale dopo-Lorenzo, ad Alex piace la Honda... di Pedrosa

Viñales e Rins, ecco "l'altro mercato"

Share


Rossi ha già firmato, Lorenzo è indeciso tra restare in Yamaha e passare in Ducati, Marquez non ha ancora nessuna offerta sul tavolo. Questa la situazione attuale dei tre big della MotoGP, le cui mosse disegneranno il campo su cui gli altri dovranno giocare per trovare una sella buona per il prossimo anno.

Il mercato, lo abbiamo già detto, è iniziato prestissimo e con tutta probabilità Jorge deciderà il suo futuro prima che il motomondiale arrivi in Europa.

I team manager si stanno intanto già muovendo, perché - come ha detto Jarvis in Qatar - tutti hanno un piano B, e anche uno C.

In particolare ci sono due giovani che destano molto interesse, entrambi spagnoli: uno è Maverick Viñales, l’altro Alex Rins.

Brivio è il primo a sapere che il suo pupillo fa gola a molti e sta facendo di tutto per tenerlo. Per riuscirci, una delle priorità è che la Suzuki riesca a raggiungere il livello della concorrenza. Obiettivo che sembrava essere stato quasi portato a casa nei test, ma il GP del Qatar ha mostrato che manca ancora qualcosa.

Proprio a Losail, Maverick ha incontrato il boss di Yamaha Lin Jarvis. Facile intuire quelli che si sono detti, del resto il manager di Iwata aveva fatto intendere che Viñales era nel mirino. “E’ facile capire chi sia il giovane più promettente, ma non è il momento per commentare dei nomi”, erano state le sue parole.

Se Lorenzo decidesse di accasarsi a Borgo Panigale, Maverick sarebbe il sostituto ideale. Senza contare che avrebbe anche la benedizione di Rossi, che si è lasciato andare ad elogi per lo spagnolo prima di invitarlo ad allenarsi con lui al Ranch.

Alex RinsA Yamaha piace anche Alex Rins, che però troverebbe posto in Tech3. In teoria, quello di Poncharal sarebbe uno junior team (un po’ come Pramac per Ducati), dove fare crescere i giovani prima di portarli nella squadra ufficiale. La realtà è che Rossi e Lorenzo hanno blindato negli ultimi anni le M1 factory e questo passaggio non c’è mai stato.

Forse è per questo che Rins non sembra impazzire per Tech3. Il tentativo di un primo incontro c’è stato nei test Moto2 di Jerez, ma non è andato a buon fine. Difficile che Yamaha rilancia e Alex ha altre alternative.

C’è Suzuki che si è fatta avanti, ma soprattutto Honda. Rins vuole il posto di Pedrosa nel team ufficiale, quello al fianco di Marquez.

Del resto, lo spagnolo è già stato in orbita Repsol e HRC in Moto3, quando correva nel team di Alzamora insieme ad Alex Marquez. Dani è alla sua undicesima stagione nello squadrone Honda ed è difficile pensare a un altro rinnovo a meno di risultati eclatanti.

Ecco che Rins potrebbe avere l’occasione di debuttare in MotoGP in una team ufficiale. Sempre che non sia Viñales a fregargli la sella.

La decisione di Lorenzo renderà la scacchiera più chiara, non bisognerà aspettare molto.

Articoli che potrebbero interessarti