Moto3, Qatar, FP2: Loi si conferma davanti a Mir

Terzo con caduta Bulega, Fenati quarto precede Bagnaia, insegue Bastianini

Share


Sarà solo il giovedì, ma Livio Loi ci ha preso gusto. Dopo il miglior tempo nel primo turno, il belga si è ripetuto anche nel secondo, firmando il tempo di 2’05”832, oltre mezzo secondo meglio rispetto alla FP1. Una prestazione che conferma il passo dell’alfiere Honda, tanto da rifilare oltre tre decimi a Joan Mir (+0.328). Riesce a reagire il portacolori Leopard, che ha dovuto fare i conti con un inizio di giornata in salita che lo vedeva fuori dai primi venti.

Se Loi traccia la strada da seguire, non da meno è Nicolò Bulega. L’alfiere del team Sky manda in archivio la seconda sessione con il terzo crono (+0.352), ma ha dovuto fare i conti con una caduta nel finale che l’ha costretto a terminare anzitempo il suo turno. Scivolone a parte, il risultato di questa giornata inaugurale promuove in pieno il numero otto.

Alle sue spalle, con soli undici millesimi di ritardo, il compagno Romano Fenati, che precede la Mahindra di Pecco Bagnaia (+0.425). Nelle prime dieci posizioni si inserisce con il settimo crono Andrea Locatelli (+0.445), seguito da Jakub Kornfeil (+0.497) e Niccolò Antonelli (+0.505), mentre a chiudere la top ten l’olandese Bendsneyder (+0.645), vincitore della Red Bull Rookies Cup 2015. Chiamati a rincorrere Fabio Quartararo ed Enea Bastianini, racchiusi in soli diciassette millesimi rispettivamente con il dodicesimo e tredicesimo crono, braccati da Maria Herrera.

Tra coloro che scendono anche Jorge Navarro (+0.843), autore al via del secondo tempo e ora costretto ad accontentarsi della quindicesima pozione, seguito in 19^ da Andrea Migno (+1.129). Sessione con tempi molto ristretti, dove in un secondo sono racchiusi ben diciotto piloti. Ancora alla ricerca del giusto feeling Di Giannantonio, Valtulini, Petrarca e Spiranelli, che chiudono il gruppo.

Share

Articoli che potrebbero interessarti