Tu sei qui

SBK, Hayden: Rossi non perdona Marquez? È normale

Nelle ultime stagioni mi ero stufato in MotoGP, ad Aragon voglio il podio con Honda

Hayden: Rossi non perdona Marquez? È normale

Share


Il 2016 è senza dubbio l’anno della svolta. Dopo oltre dieci anni di permanenza nel Motomondiale, Nicky Hayden saluta il Circus e riparte dalla Superbike. La nuova avventura per l’americano porta la firma di Honda, con cui sogna di centrare quel podio che ancora manca. L’occasione potrebbe già arrivare nel prossimo appuntamento di Aragon, in programma ad Aprile. Lui guarda avanti, senza però dimenticare la MotoGP, che proprio questo fine settimana prenderà il via a in Qatar.

Stai rincorrendo le prime tre posizioni. È questo il primo step?

Certo, il salto dalla MotoGP alla Superbike non è così scontato. Cambia tutto, gomme, moto, elettronica, così come il format. Ci vuole un po’ di tempo, però sono sulla giusta strada e credo che presto riusciremo a toglierci qualche soddisfazione”.

Qual è la novità che più apprezzi?

Sicuramente la seconda gara, perché offre subito l’occasione per rifarsi se la prima non è andata nel verso giusto. Devo dire che in Thailandia, dopo il ritiro del sabato, mi sarebbe parecchio scocciato tornare a casa con zero punti e non avere l’occasione di rimediare”.

Quanto ti manca ancora per arrivare al podio?

Non molto. Penso che lo sviluppo della moto stia dando i primi risultati positivi, anche se a volte ci sono alcune difficoltà da superare"

Hai un compagno giovane come van der Mark. Più uno stimolo o una pressione?

E’ un ragazzo che ha voglia di crescere e come me vuole puntare in alto per regalare delle soddisfazioni alla Honda”.

Questo weekend riparte la MotoGP. Guarderai la gara?

Sì, alla fine è un ambiente in cui sono stato presente per tanti anni, riuscendo a ottenere importanti traguardi. Purtroppo nelle ultime stagioni mi ero stufato, perché non ero competitivo e quindi credo sia giusto aver iniziato una nuova avventura.

Se dovessi fare un pronostico, su chi punteresti?

Per quello che ho visto Lorenzo è l’avversario da battere. In Qatar è andato velocissimo ed è il campione in carica. Valentino avrà tanta voglia di rifarsi, dovrà quindi cercare di metterlo in difficoltà, così come Marquez e la Honda”.

La scorsa settimana, in un’intervista alla Gazzetta dello Sport, Rossi ha detto che con Marquez non sarà più possibile un riavvicinamento. Tu cosa ne pensi?

Credo sia normale dopo tutto quello che è successo. Posso capire il suo punto di vista, dato che non è una cosa che passa in poco tempo”.

Articoli che potrebbero interessarti