Tu sei qui

SBK, Rea perfetto: vince a Phillip Island

Jonathan tiene a bada Davies, sul podio anche Vd Mark. Giugliano è 4°

Rea perfetto: vince a Phillip Island

La prima gara della SBK al sabato ha tenuto fede alle promesse: è stata una gara combattuta e piena di scintille. Ha vinto Jonathan Rea, che ha dimostrato di non volere cedere il numero 1 facilmente. Il pilota Kawasaki è stato perfetto, tenendosi fuori dalla bagarre e rimanendo a lungo al comando giocando d’anticipo.

Bravissimo Davies che ci ha provato fino all’ultimo, come Vd Mark. Bene anche Giugliano, che per un decimo ha mancato il podio e a cui resta la soddisfazione del giro più veloce in gara segnato all'ultimo passaggio.

Da rimandare Sykes, partito in quarta ma poi si è spento. Ottimo debutto della Yamaha con Guintoli e anche Camier si è difeso con la ‘vecchia’ MV Agusta. Hayden ha avuto un buon avvio ma si è perso per strada. Promosso Savadori 12° al debutto con una moto guidata pochissimo.

LA GARA (22 giri)

Rea parte benissimo arrivando per primo alla prima curva, davanti a Sykes, Giugliano e Vd Mark, poi Davies, Lowes, Hayden, Guintoli e Savadori. Michel riesce a passare Davide all’inizio del secondo giro, poche curve dopo fa lo stesso Chaz.

Alla prima curva del terzo giro, Sykes affonda su Rea, pochi secondi dopo le due Ducati saltano Vd Mark, il gruppo rimane compatto con Hayden 7° dietro a Lowes e davanti a Guintoli e Savadori che non molla i migliori.

Al quarto giro, Davies passa Rea che però risponde sul rettilineo e a classifica non cambia. Fino al tornantino, dove Giugliano passa il compagno di squadra.

Chaz risponde al giro successivo, spalancando la porta anche a Vd Mark. Di queste scaramucce non approfittano comunque le Kawasaki. Savadori però incomincia a perdere contatto dal gruppo dei primi.

Le due Ducati e le Honda, continuano a fare spettacolo e Rea, all’ottavo giro, passa in testa.

Da segnalare il ritiro di De Angelis per problemi di elettronica.

All’inizio del nono giro, Jonathan è primo davanti alle due Ducati, poi Sykes, Vd Mark e Hayden, che nel corso della tornata passa Tom.

Davies e Vd Mark continuano la loro battaglia e al giro di boa della gara sono l’ombra di Rea, insieme a Giugliano, poi Hayden, Sykes e Guintoli. Tutto è ancora aperto.

Lo spettacolo in pista non manca e alle spalle del campione del mondo, le due Ducati e l’olandese continuano a superarsi.

A 10 giri dalla fine si ritira Fores a cuasa dell'infortunio al dito.

A nove giri dalla fine, i primi 4 hanno fatto un piccolo buco sugli inseguitori, con Sykes che si stacca da Hayden e dalle Yamaha.

Al 17° giro caduta di Alex Lowes.

A 5 giri dalla fine, Sykes (seguito da Guintoli) si avvicina a Giugliano, ma Rea, Davies e Vd Mark hanno preso qualche decimo di vantaggio.

Si decide tutto all’ultimo giro: Davies attacca al tornantino ma Rea risponde e non lascia più possibilità a Chaz. Terzo è Vd Mark, 4° Giugliano che avevno perso contatto, poi Sykes, Guintoli, Camier, Torres, Hayden e Brookes a chiudere i primi 10. Lorenzo Savadori è 12°. Reiterberger è caduto all’ultimo giro.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti