Tu sei qui

SBK, Australia: A Sykes le prime FP1 dell'anno

Classifica cortissima con 10 piloti in 4 decimi. Guintoli 2° davanti a Rea. De Angelis 16°

Australia: A Sykes le prime FP1 dell'anno

Share


I piloti della SBK sono scesi in pista per il primo turno di prove libere dell’anno a Phillip Island e dopo poco più di 20 minuti sono dovuti tornare nei box. Colpa della pioggia, che ha incominciato a cadere. Solo qualche goccia, che però ha reso l’asfalto troppo insidioso per continuare.

Dopo poco più di un quarto d’ora, i piloti hanno ripreso la via della pista sotto un cielo nuvoloso ma senza precipitazioni che ha consentito di migliorare i riferimenti.

Al termine dell’ora cronometrata, la classifica è cortissima con 10 piloti in meno di 4 decimi e addirittura 16 in un 1”3. La zampata è stata piazzata da Tom Sykes, che ha segnato il miglior crono in 1’31”543, precedendo per meno di un decimo Sylvain Guintoli. Se la Yamaha aveva dimostrare di gradire il caldo nell’ultimo giorno di test, si è fatta valere anche con temperature molto più basse.

Al terzo posto (a un millesimo dal francese) c’è l’altra Kawasaki di Rea, che ha avuto la meglio su un sorprendente Camier sulla MV Agusta. La prima Ducati è al 5° posto con Davies (0”175 il suo ritardo) che precede la Honda di Hayden, subito veloce in SBK.

Ottimo il 7° posto di Markus Reiterberger, sulla BMW di Althea, che è al debutto nel Mondiale e ha avuto solo i due giorni di test per imparare la pista. Il tedesco ha preceduto Vd Mark, Giugliano e Lowes, ultimo della top ten e ad avere girato sotto il 1’32”.

Scendendo di una posizione, troviamo la Ducati di Fores e l’Aprilia di Savadori. Anche Lorenzo è un esordiente e ha provato la RSV4 SBK solo nei test, il distacco di 0”578 dai primi è di buon auspicio. Seguono Torres (che patisce il taglio al gomito rimediato nei test), Ramos e la wild card del team di Bayliss Jones.

Alex De Angelis è 16°, con un distacco di 1”248 e una buona progressione nel turno. Males Abraham, solo 20°.

Da segnalare il 19° tempo di Razgatlioglu, salito sulla Kawasaki del Team Grillini in sostituzione di Hook. Il turco, in meno di un’ora di tempo su moto e pista sconosciute, ha limitato il ritardo a 2”301.

I TEMPI

Articoli che potrebbero interessarti