Tu sei qui

SBK, Phillip Island: Giugliano bracca Rea

I TEMPI. Vd Mark 3°. Aprilia: 13° Savadori e 20° De Angelis. Frattura all'anca per Menghi

Phillip Island: Giugliano bracca Rea

Share


Finalmente il sole ha deciso di graziare Phillip Island e i piloti SBK hanno potuto iniziare la prima sessione di test dell’ultimo giorno nel migliore dei modi. Solo il vento forte ha dato un po’ di fastidio ai piloti.

Iniziamo con le cadute, a inizio turno Jordi Torres è stato protagonista di un highside in uscita dalla seconda curva. Lo spagnolo ha rimediato una ferita profonda al gomito sinistro e non è ancora certo se prenderà parte alla sessione del pomeriggio.

Anche il suo compagno di squadra Reiterberger è finito a terra, per lui solo una botta sempre al gomito, prima era caduto anche Fores alla prima curva, mentre la sessione è finita in anticipo di qualche minuto per una bandiera rossa in seguito alla caduta di Menghi all’ultima curva. Fabio è stato portato a Melbourne per ulteriori analisi ma nell'incidente ha riportato una frattura all'anca (all'acetabolo per la precisione). E' esclusa la sua partecipazione alla gara.

Passando alla classifica, la situazione nelle prime posizioni è molto calda con 5 piloti (su 4 diverse moto) in appena 0”336. Il miglior tempo è di Jonathan Rea che ha segnato il crono di 1’31”249 ed è stato anche quello che ha fatto più giri di tutti, 38. Alle sue spalle c’è una Ducati, la numero 34 di Davide Giugliano che, dopo avere lavorato sul ritmo ieri, oggi ha piazzato un bel giro veloce a 0”151 da campione del mondo.

Si è confermato anche Van der Mark sulla Honda, terzo a due decimi, e che la CBR vada bene lo dimostra anche il 5° tempo di Nicky Hayden. Fra loro si è piazzato Sylvain Guintoli, migliore interprete delle Yamaha nella mattina.

Il dominatore del turno di ieri pomeriggi, Tom Sykes, è invece 6° ma il suo gap sale fino a 0”636. Mezzo decimo più indietro c’è Davies a sua volta davanti a Lowes. Chiudono la top ten Fores (che ha rotto un motore) e Torres che, come detto, hafatto solo una manciata di giri prima di cadere.

In casa Aprilia, buoni progressi per Lorenzo Savadori. Il campione Superstock ha concluso il turno in 13ma posizione e il suo distacco dalla testa della classifica è di 1”338, un po’ più indietro De Angelis, 20° a 2”633. Infine, Menghi è 18°.

I TEMPI

Articoli che potrebbero interessarti