Tu sei qui

SBK, Test: doppietta Kawasaki, 1° Sykes e 2° Rea

TEMPI. A Phillip Island Vd Mark è 3° davanti a Torres e Hayden. Savadori 15° con l'Aprilia

Test: doppietta Kawasaki, 1° Sykes e 2° Rea

Share


Le due ore di turno del pomeriggio non sono state rovinate dalla pioggia, anche se ogni tanto qualche goccia è caduta sull’asfalto di Phillip Island.

Le bandiere rosse, invece, hanno interrotto la sessione due volte. Prima per la doppia caduta di Dominic Schmitter e Peter Sebestyen, poi per la scivolata all’ultima curva di Chaz Davies. Nessun pilota ha fortunatamente riportato conseguenze.

Alla fine della giornata a tornare ai box con il sorriso sono stati i due piloti della Kawasaki. Sykes e Rea, nell’ordine, hanno occupato le prime due posizioni della classifica. Tom è riuscito a mettere 0”387 tra sé e il suo compagno di squadra, stampando il miglior crono in 1’31”097. La verdona e i suoi piloti si confermano quindi come la squadra più in forma.

Di conferma si deve parlare anche per Michael Van der Mark che dopo avere segnato il miglior tempo nel turno del mattino, si è installato in terza posizione al pomeriggio. Il distacco da Rea è di qualche decina di millesimi, di più di quattro decimi quello da Sykes.

Buono il quarto posto di Jordi Torres che sta acquistando sempre più confidenza sulla BMW di Althea. Lo spagnolo è stato per soli 16 millesimi più lento dell’olandese della Honda e ha preceduto per 32 millesimi Nicky Hayden. L’americano ha dato la zampata sotto la bandiera a scacchi, riuscendo a migliorare il suo crono di sei decimi.

Dietro a Nicky ci sono le due Yamaha con Sylvain Guintoli davanti ad Alex Lowes.

Le Ducati sono una dietro all’altra dal 8° all’10° posto ma la prima è quella del team Barni. Xavi Fores, veloce fin dal mattino, ha infatti messo alle sue spalle per 17 millesimi Chaz Davies e per un decimo e mezzo Davide Giugliano.

Appena fuori dalla top ten c’è Markus Reiterberger (BMW), che era alla sua prima esperienza a Phillip Island, davanti a Ramos e a Camier sulla MV Agusta.

Debutto convincente per Lorenzo Savadori sulla Aprilia. Il campione Superstock ha staccato il 15° tempo dopo solo quattro ore sulla RSV4 SBK, pagando 1”795 dal primo. Alex De Angelis, dopo la caduta del mattino, si è fermato invece al 20° posto, con un ritardo di 2”882. Da segnalare il 18° posto di Menghi sulla Ducati, mentre Abraham (21°) dopo avere distrutto la sua BMW al mattino ha fatto solo pochi giri nel pomeriggio.

I TEMPI


Articoli che potrebbero interessarti