Tu sei qui

MotoGP, Cadalora: Rossi mi ha stupito più delle moto

Luca non si sbilancia sul futuro. Sulla nascita dell'idea: "ci siamo ispirati al coach nel tennis"

Cadalora: Rossi mi ha stupito più delle moto

Una delle novità più interessanti dei test in Malesia non è stata di natura tecnica. La presenza di Luca Cadalora al box di Valentino non è passata inosservata e ha destato molta curiosità. Segno che il campione di Modena è ancora molto amato e anche il team Yamaha lo ha accolto nei migliori dei modi.

Rossi, alla fine dei tre giorni, ne ha tessuto le lodi, “mi ha dato consigli importanti”, ma non si è sbilanciato sulla proseguimento della collaborazione, anche se i presupposti ci sono tutti.

Del resto, Lorenzo si affida a Zeelenberg, Marquez ad Alzamora, Pedrosa ha avuto Puig come braccio destro per molto tempo, insomma un ex pilota come ‘consigliere’ non è una novità.

In verità noi ci siamo ispirati di più alla figura del coach nel tennis”, rivela Cadalora che prima di ripartire per l’Italia ammette di “essere stato bene. Mi sono divertito”.

Anche lui però non si sbilancia per il futuro: “ci parleremo e valuteremo”.

Luca era da un po’ che mancava e “le cose sono molto cambiate dai miei tempi - ride - E’ stata una bella emozione potere osservare queste moto e questi piloti in azione. Sono rimasto impressionato”.

Da cosa maggiormente?

Più che le MotoGP è stato Valentino a impressionarmi”, ammette

Chissà se in Qatar la coppia si riformerà nei box.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy