Tu sei qui

Rins: la MotoGP ha cambiato la mia vita

VIDEO. Alex contro Sainz con le auto radiocomandate. Sull'infortunio: "sto recuperando, giovedì scorso sono risalito in moto"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Alex Rins e Carlos Sainz si sono sfidati uno contro l’altro a Madrid sia in moto che in auto, ma radiocomandate. Il pilota di MotoGP e quello di Formula 1 sono stati protagonisti di un evento organizzato dallo sponsor Estrella Galicia, un’occasione per fare un bilancio dell’anno passato e pensare al futuro.

Per Rins la sua esperienza sulla Suzuki non è iniziata nel migliore dei modi, perché a Valencia, nel primo test, è caduto lesionandosi due vertebre.

“Sto recuperando, ho passato tutto questo mese a casa con il busto - ha raccontato - Giovedì scorso sono salito di nuovo in moto per allenarmi e ho avuto delle buone risposte. Ora penso solo al prossimo anno, il salto in MotoGP è un grande cambiamento nella mia vita in generale. Tutti i piloti sogno di arrivare nella massima categoria in una squadra ufficiale. A Valencia ho potuto provare la Suzuki e la verità è che ho provato delle sensazioni incredibili”.

L’apprendistato è finito in anticipo, però, a causa dell’infortunio.

“L’ho preso come un test per adattarmi, per vedere come funzionava tutto - ha continuato - per quello non ho usato molti controlli elettronici e, anche così, ho notato una grande differenza rispetto alla Moto2. Sono caduto al secondo giorno, è stato un peccato perché ho perso l’intera giornata, ma mia prima volta in sella a una MotoGP è stata fantastica”.

Alex ha poi commentato il ritiro di Roserberg.

E’ comprensibile ma alla fine io non lo capisco molto, se vinci devi continuare per difendere il titolo”, la sua opinione.

Articoli che potrebbero interessarti