Tu sei qui

Sponsored by

Bolivia: l'emergenza acqua non ferma la Dakar

Il Paese colpito dalla peggiore siccità degli ultimi 25 anni, l'organizzazione conferma il percorso sudamericano del RAID

Dakar: Bolivia: l'emergenza acqua non ferma la Dakar

Share


E’ stato decretato lo stato di emergenza a causa dell’esaurimento delle riserve idriche. La Bolivia sta affrontando la peggiore  siccità degli ultimi 25 anni. Il Paese sudamericano ospiterà anche in questa occasione l’edizione 2017 della Dakar, che prenderà il via il prossimo 2 gennaio. Vista l’attuale situazione,  gli organizzatori della corsa hanno fatto sapere di aver preso tutte le misure necessarie per fronteggiare la penuria di acqua che sta affliggendo in questo momento la Bolivia.

L’equipe della Dakar è andata sul posto per procedere, insieme alle autorità locali, ad una riorganizzazione logistica del rally al fine di limitare al massimo le risorse umane e materiali boliviane di cui il paese ha bisogno per supportare la popolazione locale.

Per questo la carovana della Dakar sarà totalmente autonoma per quanto riguarda il fabbisogno di acqua durante il passaggio in Bolivia. Il percorso sportivo resterà invariato.

La Dakar, i concorrenti e gli accompagnatori rispetteranno scrupolosamente tutte le misure che il governo boliviano instaurerà in occasione del passaggio del rally nel suo territorio.

Articoli che potrebbero interessarti