Tu sei qui

Dakar 2017: 28 gli azzurri al via

L'Italia quinta tra le nazioni rappresentate, Alessandro Botturi lancia la sfida nelle due ruote: "Voglio la top ten" 

Dakar: Dakar 2017: 28 gli azzurri al via

Non ha utilizzato troppi giri di parole, tanto da definirla come la più dura Dakar nella storia del rally raid in Sud America. Marc Coma è convinto che l’edizione 2017 metterà a dura prova la resistenza dei piloti al via. I concorrenti sfideranno le più estreme condizioni meteo con il termometro che passerà dai 40 gradi di Paraguay e Argentina a sotto lo zero in Bolivia a 5.000 metri. Sarà un assaggio dell’estremo con 6 speciali di oltre 400km e diverse tappe rese estremamente impegnative per l’altitudine.

I riflettori saranno puntati sui nostri portacolori, 28 per l’occasione al via del Raid che scatterà il prossimo gennaio, divisi nelle tre categorie: 11 piloti in moto, 5 equipaggi in auto e 2 camion. Con 18 equipaggi ai nastri di partenza, tre in più rispetto al 2016, la presenza degli azzurri è in crescita, tanto da salire  5° posto delle nazioni rappresentate dopo Francia, Olanda, Argentina e Spagna.

Nelle due ruote l’attesa sarà tutta per Alessandro Botturi, presente per la terza volta consecutiva con la Yamaha. Il pilota non ha dubbi: “Punto a fare una gara intelligente e finire ogni giorno nei primi 10 – ha svelato - in questa corsa paga la regolarità”. All’appello non mancherà nemmeno Jacopo Cerutti, protagonista lo scorso anno col dodicesimo posto dell’assoluta.

Per l’occasione tornerà anche Luca Manca, vittima nel 2010 di un brutto incidente in occasione della sesta tappa. Presente anche Simone Agazzi, così come  i debuttanti Alessandro Ruoso e Domenico Cipollone. Ben cinque gli iscritti nella categoria “malle moto”, capitanata da Franco Picco che a 61 anni si rimette in gioco e torna in sella nella categoria più estrema, ovvero quella in cui si corre senza team di assistenza. Dopo il podio dello scorso anno, Manuel Lucchese sfida l’ex pilota MotoGP Jurgen Van Den Goorbergh, vincitore lo scorso anno. Puntano a far bene anche Diocleziano Toia (4° nel 2016) e Livio Metelli, alla seconda Dakar. Per il padovano Matteo Olivetto si tratterà invece del debutto. Un sogno a lungo rincorso e finalmente concretizzatosi come regalo per i suoi 40 anni. A completare lo squadrone azzurro i cinque equipaggi nelle auto e due in camion.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti