Tu sei qui

KTM 390 Duke my2017

Eicma 2016 – Rivista la piccola naked austriaca. 44 CV ed Euro4

Moto - News: KTM 390 Duke my2017

Share


Se non la provi, non ci credi! Così potremmo esordire, e chi scrive, l'ha avuta in prova per tre settimane e se ne è letteralmente innamorato. L'ormai vecchio modello era una piccola belva incazzata, una moto tutto pepe, leggera ed entusiasmante; oggi, è ancora di più! Parliamo della nuova KTM 390 Duke che a Eicma 2016 catalizzerà tutti gli utenti della patente A2, visto che sarà prodotta anche in versione depotenziata.

BY KISKA – Gli spigoli del designer KTM, Herr Kiska, fanno letteralmente invecchiare il vecchio modello! Angoli, superfici spigolose, tutto si rifà a “The Beast”, la 1290 Super Duke R, soprattutto se la si guarda di lato. Sicuramente le luci a LED anteriori fanno di questa moto il biglietto da visita, completato da una strumentazione TFT multifunzione. Ora cambiano le sedute di pilota e passeggero e la coda spara verso l'altro rendendo la moto ancora più dinamica.

44 CV! - Un monocilindrico da 44 cavalli non è da poco, anzi. Solitamente bisogna sfiorare i 600 cc per toccare queste misure. KTM però ci sta abituando a cavallerie più importanti e, considerando che questo motore è anche Euro4... Per rispettare la normativa dunque, abbiamo un nuovo scarico, laterale ed il Ride by Wire. Il serbatoio è ora più grande e capiente (13,4 Litri).

PIU' RACE – La ciclistica è stata migliorata. Se il telaio è stato confermato, anche se ora il telaietto è montato con il sistema bolt-on (il forcellone resta l'ultraleggero in alluminio), ora abbiamo una nuova forcella da 43 mm a “cartuccia aperta”. I freni vantano poi all'anteriore sempre una pinza Brembo che però lavora in simbiosi con un disco più grande, ovvero da 320 mm. Le leve al manubrio ora, sono regolabili.

Articoli che potrebbero interessarti