Tu sei qui

Honda CRF250 Rally my2017

Eicma 2016 - Sognare la "Dakar" a 18 anni? Grazie a Honda, ora si può!

Moto - News: Honda CRF250 Rally my2017

Share


Honda desidera far realizzare i sogni dei giovani, quali? Semplice, il sogno di guidare tutti i giorni una moto ispirata alla Dakar, la competizione motociclistica più dura del mondo, particolare che ora diventa realtà! Il suo nome è CRF 250 Rally e nasce come "tuttofare" per gli spostamenti quotidiani, le gite del fine settimana e i piccoli viaggi avventura. Insomma, quelle che una volta si chiamavano "Dual Sport". Naturalmente, il suo DNA deriva direttamente da quello della CRF450 Rally del Team HRC, alias Extreme Red, la sola colorazione disponibile. Giovani, vi basta?

DESIGN "DA GRANDE" - Anche se piccola di cilindra, l​a protezione aerodinamica è curata, grazie all’ampio cupolino trasparente ed ai convogliatori laterali. La coda punta in alto e sotto agli ampi fianchetti portanumero (il sinistro N.d.R.) troviamo un pratico vano portaoggetti. Non mancano i paramani che proteggono dal vento e dallo sporco, un paracoppa che evita danni quando si affrontano i percorsi offroad e la leva del cambio a testa snodata per evitare le rotture in caso di caduta. La sella è a 895 mm da terra (+20 mm rispetto alla CRF250L). Il gruppo ottico anteriore, asimmetrico, è a LED, mentre quello posteriore è inserito nello paraspruzzi. Gli indicatori di direzione sono a LED ed il cruscotto è digitale.

CICLISTICA - Il telaio è in acciaio ed è composto da due travi discendenti (a sezione ovale) e da una semi-doppia culla inferiore ed il peso con il pieno è di 157 Kg. All'anteriore abbiamo una forcella Showa a steli rovesciati da 43 mm che prevede lo smorzamento elastico su un lato e quello idraulico sull’altro. Al posteriore abbiamo invece un ammortizzatore con leveraggio Pro-Link che lavora in simbiosi con un forcellone di tipo pressofuso monoblocco in alluminio. Il disco freno anteriore è di tipo flottante e misura 296 mm (la pinza Nissin è a due pistoncini) e l’ABS, a due canali, è di serie. I cerchi in alluminio con raggi in acciaio misurano 21” all’anteriore e 18” al posteriore.

24,8 CV - Il propulsore è un monocilindrico bialbero (DOHC) a 4 valvole da 250 cc con raffreddamento a liquido capace di 24,8 CV a 8.500 giri/min, mentre la coppia massima è di 22,6 Nm a 6.750 giri/min. Il sistema di iniezione elettronica PGM-FI prevede un corpo farfallato da 38 mm che riceve l’aria da un airbox dotato di condotto diretto. Il motore sfrutta poi un bilanciere a rullo per la distribuzione, estremamente compatto ed efficiente grazie al basso attrito, contribuendo così a realizzare una testata compatta. Per ridurre le perdite interne dovute all'attrito, il cilindro è di tipo disassato e il pistone è realizzato con un materiale speciale e un rivestimento al molibdeno. La pompa dell'olio è dotata di una struttura di sfiato interna che impedisce l'aerazione dell'olio non in pressione. Un contralbero di bilanciamento primario riduce ulteriormente le vibrazioni, mentre il cambio a sei rapporti e la frizione, rinforzati, sono progettati per far fronte alle sollecitazioni della guida in fuoristrada, anche nelle condizioni più severe. La nuova CRF250 Rally è ovviamente omologata Euro4

Articoli che potrebbero interessarti