Tu sei qui

Ducati: 939 SuperSport m.y. 2017

INTERMOT - Il ritorno di un mito, spinto dal Testastretta 11°

Moto - News: Ducati: 939 SuperSport m.y. 2017

E' forse una della Ducati più amate (ed attese), parliamo della 939 SuperSport, moto che a Intermot 2016 catalizza l'attenzione di tutti. Della vecchia SS non c'è proprio nulla in comune! Qui abbiamo una moto moderna, nuova e a detta di Ducati, una moto molto più fruibile. Sarà proposta in versione SuperSport e SuperSport S, con la seconda più raffinata e dotata tecnicamente.

939 ED ELETTRONICA - Non ci giriamo intorno, il motore è il bicilindrico Testastretta 11° da 937 cc che abbiamo già provato sulla gamma Hypermotard capace di 113 CV e 96,7 Nm. Confermati i tre Riding Mode, ovvero Sport, Touring e Urban. Non manca quindi, il controllo di trazione e ovviamente l'ABS Bosch. A tutto questo ben di Dio, si aggiunge però una grossa novità, la predisposizione al sistema DQS (Ducati Quick Shifter). Questa tecnologia, che ribadiamo è optional, funziona sia in scalata che per il passaggio ad un rapporto superiore. In versione S, invece, è compreso nella dotazione.

CICLISTICA - Il peso della nuova SuperSport è di 210 Kg, sostenuto dal solito telaio a traliccio con motore a funzione portante. L'inclunazione del cannotto di sterzo è di 24°, l'avancorsa è di 91 mm e l'intersasse di 1.478 mm. Le sospensioni sono diverse per le rispettive versioni. La versione Standard ha una forcella da 43 mm by Marzocchi all'anteriore (completamente regolabile) ed un mono Sachs regolabile nel precarico e nell'estensione. La versione "S" è chiaramente più dotata, visto che davanti ha la "firma" i Öhlins: la forcella sale  a 48 mm ed è trattata al TiN. Stessa cosa al posteriore, con il monoammortizzatore "in giallo". Inutile dire che entrambi i pezzi sono completamente regolabili. A "frenare la moto, abbiamo un impianto frenante Brembo che conta su dischi anteriori da 320 mm e pinze M4.32. La pompa freno anteriore è radiale (PR18/19).

TURISMO? - Definirla una moto da turismo fa ridere, ma in Ducati hanno pensato di dotarla di un particolare che aiuta chi fa tanti chilometri: un plexiglass regolabile in altezza, con ben 50 mm di escursione. Completa il quadro "stradale" un proiettore con luci diurne a LED, la strumentazione Full-LCD e la presa USB (nel sottosella). Non manca, infine, la predisposizione al sistema Ducati Multimedia System.

COLORAZIONI - Come di consueto, Ducati ha previsto delle colorazioni differenti per i due modelli. La base sarà infatti disponibile nella sola versione con carenatura bicolore, Rosso Ducati e Saturn Grey; il telaio è il classico Rosso Ducati ed i cerchi ruota Matt Black. Per la più dotata "S", invece, si potrà scegliere tra due tinte: a base rossa o a base bianca. La variante sta nella carena Rosso Ducati con telaio Rosso Ducati e cerchi ruota Matt Black, o nella carena Star White Silk con il traliccio Rosso Ducati ed i cerchi ruota Glossy Red. Per la “S” è poi previsto il coprisella passeggero in tinta.

 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy