Tu sei qui

BMW Motorrad Days: passione ed allegria

MOTOTURISMO - In sella alla BMR R 1200 RS verso Garmisch...insieme ad altri 40.000 motociclisti

BMW Motorrad Days: passione ed allegria
Iscriviti al nostro canale YouTube

di Marco Fossa

GARMISCH - Quest’anno ha compiuto ben 16 anni, l’immancabile appuntamento dei BMW Motorrad Days, un evento che riunisce tutti gli appassionati dell’elica e non solo. Nel weekend dal 1 al 3 luglio ha registrato ben oltre 40.000 presenze, tra motociclisti e amanti del marchio bavarese che hanno portato allegria ed aria di festa nel Villaggio allestito a Garmisch-Partenkirchen (DE).

Per questa imperdibile occasione, GPOne è partito per le terre teutoniche in sella alla BMW R 1200 RS, insieme al gruppo giornalisti organizzato da Andrea Frignani Resp. Comunicazione Stampa di BMW Motorrad Italia.

IL PERCORSO DI ANDATA

Venerdì mattina, siamo partiti da Milano precisamente dalla concessionaria BMW Motorrad Milano di via de’ Amicis. In perfetto orario, accesi i motori si va in direzione Bormio in provincia di Sondrio passando per la Valtellina. Dopo la pausa pranzo si passa attraverso il passo dello Stelvio. Raggiuta la quota di Cima Coppi a quota 2750 metri, abbiamo proseguito verso il Passo Umbrail (Svizzera) fino a Val Mustair, per poi rientrare in Italia attraverso il Val Resia. Direzione Landeck (Austria), fino a giungere Imst. Dopo qualche chilometro di curve si arriva in Germania e praticamente si è giunti a Garmisch.

IL VILLAGGIO

A Garmisch-Partenkirchen, ancora una volta il Villaggio stupisce tutti i suoi fans con un programma ricco di eventi e con tanti stand a tema per ogni tipo di attività e presentazione.

Infatti quest’anno nello Stand dedicato alle novità 2017, abbiamo visto le nuove colorazioni della BMW R 1200 RS che non vanta solo nuove finiture di colore, ma migliora la sicurezza, adottando il sistema ABS Pro, che ottimizza la frenata a moto inclinata segnalando l’azione con una luce di frenata dinamica.

Oltre alla R 1200 RS, in bella mostra vediamo la R 1200 GS Adventure “Triple Black”… e tante e tante altre sono le novità presenti.

Nella zona Custom ammiriamo le ultime customizzazioni della BMW R nineT, dove non manca il più antico Motodrome al mondo di Donald Ganslmeier che sfida la forza di gravità fino all’inverosimile.

Gli stand son tanti, gli spazi sono enormi, addirittura un’area è completamente dedicata ad un percorso di off Road in salita tra vari livelli di difficoltà da poter affrontare con le R 1200 GS in prova. Percorso sul quale si viene seguiti da professionisti che insegnano ai numerosi partecipanti i segreti e le tecniche di guida per poter affrontare determinate situazioni in piena sicurezza.

Non solo stand, spettacoli di Drift, di Stunt, ma anche tanti ospiti importanti tra cui citiamo Mattie Griffin, Robert Gull (detentore record mondiale di impennata sul ghiaccio), Ian Hutchinson, Chris Pfeiffer e tanti altri ancora!

Non poteva di certo mancare lo Stand dedicato al Classic dove si ammirano le vere perle a due ruote che hanno fatto la storia del motociclismo mondiale. Il tutto è contornato e costantemente condito da fiumi di Birra, buon cibo e tanta musica.

 

PROVA BMW R 1200 RS

Percorrere quasi 800 km di curve tra i passi più belli tra Italia, Svizzera, Austria e Germania, non poteva essere miglior location per provare la BMW R 1200 RS. Un modello che ricordiamo ha fatto la storia nel mercato delle Tourer Sportive sin dal 1976 col nome di R 100RS.

Di certo di cose ne sono cambiate da quell’anno, ma lo spirito del turismo sportivo è rimasto nel cuore di molti motociclisti.

Il motore è lo stesso che troviamo sulla R 1200 GS, nella R 1200 GS Adventure, nonché nella R 1200 RT e nella nuova R 1200 R. La differenza in questo caso è che gli ingegneri della casa di Monaco hanno voluto esaltare in questa versione i bassi giri, per avere una coppia più pronta.

La potenza resta invariata ed è di 125 CV a 7.750 g/min che sviluppa una coppia massima di 125 Nm a 6.500 g/min.

Lo Stile di guida è sportivo, la posizione del busto è avanti, questo permette di poter essere più incisivi negli ingressi curva. Certo nei percorsi lenti questo tipo di posizione potrebbe risultare stancante, ed infatti è possibile eventualmente cambiare il tipo di manubrio con uno più alto, per le persone che prediligono percorsi dal lungo chilometraggio ad andature turistiche.

L’erogazione del motore è buona, costante e lineare su tutto l’arco di utilizzazione pure essendo un motore bicilindrico di tipo Boxer. Nessun effetto di on/off : non c’è solo meccanica e motore ma anche tanta tecnologia applicata, tra cui il Dynamic Traction Control (DTC).

E’ possibile selezionare tre modalità di guida che intervengono sulla mappa della centralina tra: Road, Dymanic e Rain. Adottando la modalità Rain, durante la pioggia di sabato, abbiamo notato subito un’erogazione più morbida e meno pronta quando si apre la manetta cosa che consente un livello di guida più attento e parsimonioso.

Allo stesso modo anche le sospensioni posteriori di tipo Evo Paralever sono regolabili in modalità Road e Dynamic e in optional il Dynamic ESA, permette automaticamente di adattare l’ammortizzazione istantaneamente in base alla guida ed alle manovre del pilota.

Ovviamente il reparto freni anteriore è dotato non solo di pinze radiali a quattro pistoncini con dischi da 320mm ma anche dal sistema ABS di serie.

La sella è alquanto larga e morbida in leggera controtendenza alla guida sportiva e privilegia un andamento turistico. Le borse laterali hanno una capienza di circa 32 litri che per un viaggio in due non sembrano essere del tutto sufficienti ma ottimo è il sistema di fissaggio, robusto e rapido.

Altra caratteristica è la possibilità di avere la chiave Keyless Ride. Niente più chiavi nel quadro, basta averle in tasca e premere il tasto “On” per accendere il motore.

Non tutti i motociclisti conoscono effettivamente le doti sportive della R 1200 RS che a prima vista potrebbe sembrare un po’ voluminosa a causa del peso di 236 kg. In risposta agli scettici possiamo dire che in qualche curva presa allegramente, ogni tanto abbiamo sentito il bisogno di dover smontare i piolini sotto le pedane.

IL PERCORSO DI RITORNO

La partenza di domenica mattina, ci ha visto già svegli di buon mattino. Questa volta l’itinerario è diverso, non possiamo certo farci sfuggire l’occasione di visitar altre terre paradisiache per ogni motociclista che si rispetti.

Passando sempre Imst e Landeck (Austria), si prende la statale 801 per ammirare l’altopiano dell’Engadina (Svizzera), per poi giungere a Chiavenna (Italia) dove si percepisce uno sbalzo di 12° di temperatura in più… ed in direzione Colico (Lago di Lecco) si procede fino a giungere nella città Milano.

IN CONCLUSIONE, il BMW Motorrad Days

Non abbiamo una parola ben precisa o un pensiero unico per dirvi perché partecipare ai BMW Motorrad Days a Garmisch, ma qualcosa possiamo suggerirvi.

Abbiamo visto paesaggi stupendi, panorami mozzafiato, abbiam percorso strade che ogni motociclista sogna di fare almeno una volta nella propria vita. Abbiamo incontrato tantissimi motociclisti che ci hanno salutato con rispetto e amicizia. Abbiamo visto moto di tutti i tipi dagli anni 50 alle ultime generazioni con varie sfilate di sidecar. Tra le curve dello Stelvio ci siamo anche ingarellati con ciclisti professionisti che riuscivano a piegare a tutta velocità tra una moto e l’altra lasciandoci increduli.

Abbiamo visto tanta passione ed allegria una volta giunti a Garmisch e nemmeno tutta la pioggia che ci siamo presi ci ha tolto il sorriso dal volto.

Non sappiamo dirvi del perché andare a Garmisch, ma di una cosa siamo certi:  ci andremo anche l’anno prossimo, e voi?

 

L’abbigliamento utilizzato è stato fornito da Dainese:

  • Casco AX-8 Dual EVO Matt Black: Per uso sia stradale che off-road, casco versatile che offre un elevato comfort. Calotta esterna in CAAF (Carbonio-Aramidica-Fibra di vetro)
  •  
  • Stivali Latemar Gore: stivale touring, top di gamma della sua categoria. Ottimizzati per consentire il massimo feeling e integrazione con la moto. Impermeabili
  •  
  • Guanti Ergotour GTX: Grazie alla presenza della membrana di marca GORE-TEX® si garantisce impermeabilità e traspirabilità mentre la tecnologia X-TRAFIT™ assicura a questo modello certificato comfort e sensibilità superiori alla guida. 
  •  
  • Giacca D-Explorer Gore:  Top di gamma della sua categoria, questa giacca modulare impermeabile e traspirante è confezionata con materiali pregiati. Protettori compositi removibili certificati 
  •  
  • Pantalone D-Explorer Gore: Molto confortevole, questo pantalone impermeabile e traspirante è l'ideale per lunghi tragitti. Protezioni Pro-Shape removibili e certificati
  •  

 

 

Articoli che potrebbero interessarti