Tu sei qui

Rc moto? Su Internet!

Sono sempre di più gli italiani che utilizzano il web per scegliere la propria polizza assicurativa

Moto - News: Rc moto? Su Internet!

Share


Confrontare, verificare clausole e cavilli, controllare sconti e bonus: è la chiave per ottenere una Rc moto più bassa possibile. Quella stessa polizza che limita fortemente la crescita del mercato del nuovo (e dell’usato), visto che i prezzi in Italia sono stellari, nonostante profitti fantascientifici delle compagnie: 2 miliardi di euro annui nel ramo danni, dove la Rc veicoli fa la parte del leone (stima Federcarrozzieri). E allora, per andare a caccia di riduzioni tariffarie da paragonare al volo c’è il web. Infatti, sono sempre di più gli italiani che utilizzano Internet e le compagnie dirette (online) per scegliere la propria polizza assicurativa.


Quali numeri


Nel 2014, un assicurato su tre ha raccolto informazioni su internet (nel 2013 la percentuale era del 14%) mentre il 43% dei clienti si è rivolto alle imprese telefoniche (contro il 37% del 2013). È quanto emerge dall’indagine 2015 condotta dall’Osservatorio Ania (Confindustria compagnie) sulla “customer satisfaction” in collaborazione con l’istituto di ricerche demoscopiche GFK e l’Università Bocconi. L’indagine ha raccolto le risposte di 3.000 capifamiglia italiani, assicurati, di età compresa tra i 18 e i 74 anni, per comprendere il loro grado di soddisfazione sul mercato e sui prodotti assicurativi. Complessivamente, cresce la percentuale di clienti che utilizzano il web in affiancamento al rapporto con l’agente (42% nel 2014 contro il 32% del 2013). Quest’ultimo, comunque, si conferma canale preferito dai consumatori: il 70% del campione dichiara di recarsi fisicamente in agenzia, soprattutto per le polizze diverse dalla Rc veicoli.


Cambiare per pagare meno


Il 40% circa dei clienti possiede più di una polizza ed è sempre più semplice e frequente il passaggio da una compagnia e l’altra: più di un quarto degli assicurati (27% nel 2014) ha cambiato impresa di assicurazione, soprattutto nella Rc auto e moto, a conferma della dinamicità ed estrema competitività del mercato. Lo switch è agevolato dal web che non prevede la presenza di una persona fisica: su Internet gli assicurati si sentono più liberi, indipendenti e inclini a cambiare compagnia.

Articoli che potrebbero interessarti