Tu sei qui

Fiamme nel box Tech3, acqua per Rossi

Ad Austin un pricipio di incendio nella notte, allagati i team Yamaha e LCR

Fiamme nel box Tech3, acqua per Rossi

Quando i piloti dicevano che avrebbero fatto fuoco e fiamme sul nuovo circuito di Austin non si sarebbero aspettati di essere presi così alla lettera. Ieri notte un incendio si è infatti propagato nel box del team Tech3. Probabilmente a causa di un cortocircuito, uno degli starter elettrici che vengono usati per accendere le moto ha preso fuoco. Subito si è attivato il sistema anti-incendio, che ha spento le fiamme. L’unico inconveniente è che il sistema si è attivato anche nei box adiacenti, quello della Yamaha ufficiale, di LCR e di AB Cardion, facendo un ‘doccia’ a moto e a tutto il materiale.

Niente di preoccupante, per fortuna e nessuno dei team interessati avrà problemi per il weekend, come ha spiegato Hervé Poncharal. “E’ stato un piccolo incidente – ha detto – Gli starter elettrici erano stati lasciati come sempre in carica nella notte, sfortunatamente la batteria di uno ha preso fuoco. Abbiamo subito qualche danno, ma grazie ai dispositivi di sicurezza del circuito e ai vigili del fuoco sono stati limitati. Adesso investigheremo sulle cause che hanno portato all’incendio e voglio scusarmi con gli altri team coinvolti nell’incidente. Sono comunque fiducioso che dopo questa disavventura potremo continuare il weekend senza ulteriori problemi”.

Articoli che potrebbero interessarti