Meda fa 'debuttare' Biaggi in Australia

Il telecronista di Italia 1 in cabina di commento con Max per l'apertua della Superbike

Share


Sarà Guido Meda a commentare in diretta il round d'apertura del Mondiale Superbike a Phillip Island insieme a  Max Biaggi, iridato della categoria al debutto come voce tecnica.

Meda resterà prima voce della MotoGP per cui nei successivi round Superbike si alternerà con Giulio Rangheri. La 26° edizione che si apre tra meno di due settimane a Phillip Island segna un punto di svolta nella storia della Superbike che per la prima volta in Italia avrà una copertura identica alla MotoGP.

Stessa rete, Italia 1, identica qualità giornalistica e, in alternanza con Italia 2, la copertura completa dell'intero week end, gare di contorno comprese. Dal primo round europeo di Aragon (14 aprile) tra Superbike,   Supersport, Superstock 1000 e Superstock 600 le due reti Mediaset offriranno otto-nove ore di diretta al giorno.

Le due gare del GP d'Australia, per le dieci ore di fuso, andranno in diretta alle 2 e 5.30 del mattino di domenica 24 febbraio, poi verranno replicate nel primo pomeriggio. Al termine di ogni round, Phillip Island compreso, andrà in onda Fuorigiri SBK, la trasmissione di approfondimento affidata alla conduzione di Alberto Porta.

La squadra giornalistica è completata da due inviati ai box che integreranno il commento, Luca Budel e Alessio Conti.

Mediaset spinge quindi forte sull'acceleratore in preparazione al 2014 quando la Superbike diventerà l'unico Mondiale visibile gratis: la MotoGP infatti sbarcherà su Sky, anche se – in virtù degli accordi stipulati dalla Dorna - otto GP resteranno comunque visibili in chiaro su una rete da definire.

Mediaset ha acquistato i diritti Superbike per almeno tre stagioni: 2013, 2014 e 2015. Dopo Phillip Island sarà interessante analizzare i dati d'ascolto: La7 aveva una media di 7-800 mila spettatori, con punte massime di un milione e minime di 450 mila. Su Italia 1 il pubblico potrebbe triplicare, con immaginabili vantaggi sulla visibilità del campionato, delle Case partecipanti e degli sponsor. Non è un caso che l'Alfa Romeo abbia appena lanciato la Mito SBK limited edition sostenendola con una massiccia campagna pubblicitaria.

 

Articoli che potrebbero interessarti