Test Sepang: Stoner è il riferimento

La MotoGP riparte dalla Malesia, dove Stoner detiene il record ufficioso. Chi è il favorito?

Share


Il conto alla rovescia è cominciato. Tra cinque giorni la MotoGP darà ufficialmente inizio alla stagione 2013 con tre giorni di test e, come di consueto, si riparte da Sepang. Ma cosa cambia rispetto allo scorso anno?

Manca innanzitutto colui che fu il protagonista in entrambe le sessioni, Casey Stoner, pronto ad esordire nel campionato V8 australiano. Un anno fa, fu il 'Canguro' a siglare la classifica dei tempi con un 1’59.605 nei primi 3 giorni di prove che rimane tuttora il record ufficioso del circuito con le nuove 1000. Allora Stoner fece il vuoto alle sue spalle, staccando di oltre mezzo secondo gli inseguitori e proponendosi ancora una volta come l'uomo da battere salvo poi fronteggiare una stagione anomala, nella quale annunciò il ritiro dalle competizioni a Le Mans e abbandonò ogni speranza del terzo titolo in classe regina con l'infortunio ad Indianapolis.

L'australiano fu l'unico ad abbattere il muro dei 2 minuti. Senza di lui, i candidati principali all'impresa sono ovviamente Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa, allora autori di personal best rispettivamente di 2’00.1 e 2'00.3 nei test 2012. Con gomme e regolamenti tecnici invariati rispetto allo scorso anno, a fare da ago della bilancia – oltre al "manico", ovviamente – saranno i "dettagli". Per la Honda si tratterà di scoprire se le migliorie ciclistiche siano riuscite a risolvere definitivamente i problemi di chattering evidenziati la scorsa stagione, mentre l'obiettivo principale di Yamaha è migliorare l'accelerazione in uscita di curva, per la quale si vocifera l'aggiunta di un cambio "seamless" alla già equilibrata M1.

A fare da antagonisti saranno innanzitutto Valentino Rossi (2'00.8 a Sepang I), che spera di saggiare la propria competitività sull'asciutto dopo i pochi giri percorsi sulla moto di Iwata sotto la pioggia di Valencia, e Marc Marquez, che proprio in Malesia ha fatto registrare lo scorso novembre un 2'01”355, solo un secondo più lento della pole di Lorenzo in campionato. Il ruolo di mina vagante potrebbe invece spettare a Cal Crutchlow (2’00.9 a Sepang I), spesso tra i più veloci sul giro secco lo scorso anno ma ancora alla ricerca di un passo di gara che gli permetta di lottare per la vittoria.

Osservato speciale anche Andrea Dovizioso (2’00.8 a Sepang II), alla prima vera presa di contatto con la Ducati. Il forlivese però non avrà per ora troppa pressione sulle spalle: la GP13 è ancora un cantiere aperto dopo gli avvicendamenti interni a Borgo Panigale che hanno visto Berhnard Gobmeier prendere le redini del progetto MotoGP, ed il vero banco di prova per la nuova moto saranno i test di Jerez dal 23 al 25 marzo. Con Nicky Hayden (2’01.6 a Sepang II) con al braccio la fascia di capitano (è l'unico degli attuali piloti in Rosso a conoscere la moto), ci sarà grande curiosità anche per Andrea Iannone e Ben Spies. Entrambi sono però in ritardo con la preparazione fisica, il primo a causa di una vertebra rotta, il secondo per la lunga riabilitazione dopo l'infortunio alla spalla rimediato proprio in Malesia durante l'ultimo GP.

Quali sono i vostri pronostici? Lasciate i vostri commenti QUI!

Ecco i tempi di Sepang I:
1. Casey Stoner (Honda)  1’59.605 (giri 2/21)
2. Jorge Lorenzo (Yamaha) 2’00.198 (giri 18/35)
3. Dani Pedrosa (Honda)  2’00.301 (giri 3/26)
4. Ben Spies (Yamaha) 2’00.495 (giri 15/16)
5. Valentino Rossi (Ducati)  2’00.824  (giri 11/42)
6. Hector Barbera (Ducati) 2’00.929 (giri 6/40)
7. Cal Crutchlow (Yamaha)  2’01.108 (giri 2/26)
8. Andrea Dovizioso (Yamaha)  2’01.257 (giri 10/40)
9. Alvaro Baustista (Honda)  2’01.384 (giri 8/34)
10. Nicky Hayden (Ducati)  2’01.729 (giri 8/19)
11. Stefan Bradl (Honda)  2’01.894 (giri 6/38)
12. Karel Abraham (Ducati)  2’02.218 (giri 5/38)
13. Katsuyuki Nakasuga (Yamaha) 2’02.334 (giri 2/27)
14. Franco Battaini (Ducati) 2’03.033 (giri 9/35)
15. Colin Edwards (Suter-BMW)  2’04.772 (giri 18/36)
16. Ivan Silva (BQR-Kawasaki)  2’08.225 (giri 26/41)
17. Robertino Pietri (BQR-Kawasaki) 2'9.640 (10/16)
18. Jordi Torres (BQR-Kawasaki) 2’10.184 (16/29)

Articoli che potrebbero interessarti