Petrucci: è ora di fare sul serio

"Test in Malesia con l'elettronica Magneti Marelli, la nuova Suter arriverà a fine mese"

Share


Questione di ancora qualche giorno e poi la ruggine accumulata nell’inverno sarà solo un lontano ricordo. Anche se, nel caso di Danilo Petrucci, non si può parlare di  vacanze vere e proprie, “vedevo tutti che si divertivano in montagna, sugli sci – dice – io invece non mi sono mai allenato tanto come in questi mesi, solo qualche giorno di pausa per Natale. Mi sono concentrato per perdere un po’ di peso e sembra avere funzionato, almeno sentendo i commenti degli amici. Dopo i test in Malesia andrò a Tenerife per continuare la preparazione”.

Solo palestra o anche un po’ di moto?

Mi sono comprato una moto da enduro e adesso sono un motociclistica completo, sul cross e il trial mi allenavo già (ride) Poi con degli amici stiamo costruendo una moto da dirt track, il posto dove andare a girare l’abbiamo già trovato”.

Allora sei pronto per risalire sulla Ioda Suter.

Incominceremo i test a Sepang domenica utilizzando la nuova centralina Magneti Marelli. Due giorni in più saranno importanti, conoscere e adattare la nuova elettronica sarà un lavoro molto lungo ma penso che porterà a un passo avanti dal punto di vista delle prestazioni”.

Avrai già la moto 2013?

Non ancora, arriverà nei secondi test in Malesia, a fine febbraio. Userò la moto con cui ho corso l’ultima gara dello scorso anno (quella col telaio ‘corto’ con cui iniziò la stagione Edwards ndr) con la nuova elettronica”.

Come sarà la nuova moto?

Le dimensioni saranno maggiori, ma non perderà la sua compattezza. Il progetto è totalmente inedito, molte cose cambieranno: l’obiettivo è stato quello di abbassare il baricentro e di concentrare le masse, il motore verrà ruotato in avanti, cambierà la posizione del serbatoio”.

La squadra che ti seguirà è stata confermata?

Sì, il capotecnico sarà sempre Giovanni Sandi e ci saranno gli stessi ragazzi. Questo è uno dei motivi principali che mi hanno convinto a non cambiare per quest’anno, penso sia un team fortissimo e con un anno di esperienza sulle spalle possiamo fare bene”.

Danilo PetrucciQuali sono i tuoi obiettivi?

Non voglio esagerare, essere la prima CRT non è facile, ma la scorsa stagione ero all’esordio e non conoscevo la maggior parte delle piste, ho fatto il mio apprendistato ed è venuta l’ora di fare sul serio. Nelle prime 3 CRT l’anno scorso ci sono già stato, bisogna rifarlo e puntare sulla costanza, cercare di essere sempre vicini ai primi. Il 2013 sarà un anno di transizione per il motomondiale, voglio essere nella migliore posizione possibile per avere l’opportunità nel 2014 di essere su una moto che mi consenta di lottare per le prime posizioni”.

Intanto dovrai vedertela con le ART anche quest’anno.

Sono le moto da battere, non lo scopriamo adesso. Ma sono in tanti i piloti veloci e le altre CRT sono tutte molto vicine”.

La buona notizia è che avrete una gomma posteriore a voi dedicata.

L’avevamo già provata nei test di Jerez l’anno scorso, ma poi la Bridgestone non l’aveva più portata. Non è una gomma da qualifica ma da usare in gara e ci consentiva di essere più vicini alle MotoGP. Penso sia un bel passo avanti”.

Delle nuove qualifiche che ne pensi?

Avere un turno per noi ci garantirà maggiore visibilità ed essendo concentrato in 15 minuti garantirà spettacolo. Poi se uno è bravo avrà il ‘premio’ di fare l’ultimo con le MotoGP”.

Quest’anno non sarai solo al box, hai già conosciuto Pesek?

Sì, è una ragazzo molto umile e simpatico, in pista saremo avversari ma fuori credo che rimarremo amici. Potere lavorare in due sullo sviluppo della moto sarà importante”.

Qual è il tuo pronostico per il campionato?

Sono 6 o 7 i piloti che potrebbero andare forte, ma Lorenzo e Pedrosa sono i due favoriti, il titolo se lo giocheranno loro e forse Dani adesso ha qualcosa in più. Però sono italiano e tifo Rossi e Dovizioso. Valentino penso che ritornerà alla vittoria, e anche Andrea potrà fare bene con la Ducati. Mi piacerebbe vederli entrambi sul podio”.

Il derby tu lo giocherai contro Corti.

Sì e mi fa piacere. Io e Claudio ci conosciamo da tanto tempo, siamo stati anche compagni di squadra nella Stock. E’ un amico”.

Articoli che potrebbero interessarti