Tu sei qui

STK: Barrier imprendibile, La Marra 4°

Aragon. Nella 600 spunta Duwelz, Morbidelli il migliore dei 'nostri'

Moto - News: STK: Barrier imprendibile, La Marra 4°

Share


La Superstock 1000 parte con una conferma: Sylvain Barrier che fa il vuoto nel primo turno di qualifiche sulla BMW. Il campione in carica ha ricominciato il discorso da dove l’aveva terminato, ma il suo vice La Marra non sembra volergli rendere la vita facile, anche se il distacco in questa prima giornata è stato pesante. Nella 600 possiamo invece per adesso contare su Morbidelli, anche lui 4°, dietro a una coppia di svizzeri e al belga Duwelz.

STK1000. IMPRENDIBILE BARRIER – La BMW di Sylvain Barrier è stata imprendibile nel primo turno di qualifiche della Superstock 1000. Il campione in carica ha fermato il cronometro sui 2’01”762, mettendo più di mezzo secondo tra lui e il suo più diretto inseguitore, Mercado su Kawasaki. Alle loro spalle si è piazzato negli ultimi minuti un’altra ‘verdona’, quella del transalpino Guarnoni, che ha soffiato la terza piazza a Eddi La Marra. Il vicecampione, primo degli italiani e dei ducatisti, si è così dovuto accontentare del 4° posto, a 0”782 da Barrier.

Quinto posto, ad appena 9 millesimi dal connazionale, per Lorenzo Savadori, mentre Niccolò Canepa è 7° sulla seconda Panigale. Nei primi 10 anche Andreozzi, 9°, mentre Bussolotti e Parzani sono uno in scia all’altro con il 12° e il 13° tempo. Più indietro Dittadi , 19°, e Butti, 19°. Non è invece iniziata nei migliore dei modi l’avventura di Grotzkyj Giorgi sulla Kawasaki del team Pedercini. Simone, dopo tanti anni in 125 e Moto3, ha chiuso la prima giornata sulla stock al 25° posto.

STK600. MORBIDELLI AI PIEDI DEL ‘PODIO’ – Parla belga la Superstock 600 al suo esordio stagionale. Nel primo turno cronometrato è stato il pilota del team MTM Gauthier Duwelz su Yamaha a staccare il miglior tempo di giornata, con un 2’05”577. Alle sue spalle il compagno di squadra Robin Mulhauser, che ha sfruttato al meglio gli ultimi minuti della sessione per portarsi ad appena 0”106 dal capofila. Terza posizione, per appena 7 millesimi, per un altro elvetico, Bastien Chesaux su Honda.

Primo dei nostri è il pilota del team Italia Franco Morbidelli, a 3 decimi netti dal miglior tempo. Alle sue spalle l’olandese Covena e l’australiano Nestorovic.  Settimo tempo per l’italiano Riccardo Cecchini, che ha preceduto Schmitter e il ‘figlio d’arte’ Dakota Mamola. Alessandro Nocco, dopo una caduta alla curva 9, ha staccato invece il 13° tempo. A terra anche il francese Mathieu Marchal, che è stato portato al centro medico per controlli. Gli altri italiani: 15° Stizza, 18° Casalotti, 19° Vitali, 22° Morrentino, 23° D’Annunzio, 21° Cocco e 29° Pellegrini.

I TEMPI


Articoli che potrebbero interessarti