Tu sei qui

MotoGP: Aspar "benedice" le due ruote

Le Moto3, Moto2 e CRT del team spagnolo presentate in un ex-convento

Moto - News: MotoGP: Aspar "benedice" le due ruote

Share


Va bene che per alcuni il motociclismo è una religione, ma il team Aspar ha portato questo concetto all'estremo, presentando ufficialmente la nuova squadra all'interno della 'Casa de la Beneficencia' di Valencia, un ex-convento e orfanotrofio divenuto ora spazio museale. La squadra spagnola ha tutto quello che serve per puntare ad almeno un titolo, con sei piloti per tre categorie: Jonas Folger ed Eric Granado nella classe cadetta, Nico Terol e Jordi Torres in Moto2, e Randy De Puniet ed Aleix Espargaró in CRT.

"Siamo la struttura privata più grande in MotoGPha detto il team manager Jorge Martinez È un progetto internazionale, con tre piloti spagnoli e tre stranieri. Il nostro obiettivo è essere i migliori in tutte e tre le categorie, e abbiamo sia i piloti che la struttura per farlo".

Il team di Martinez continua a farla da padrone soprattutto nella CRT, dove De Puniet ha chiuso in decima posizione a meno di un secondo e mezzo dal miglior tempo di Crutchlow.

"Credo ci saranno più avversari tra le CRT quest'anno – ha ribadito il francese – La nostra squadra però rimane la migliore, e per me era perfetto continuare qui. Aleix ed io siamo stati i migliori nella categoria lo scorso campionato, e spero che possiamo ripetere questo risultato, questa volta con me in prima posizione".

"Non è facile trovare una squadra con questa atmosfera e livello di supporto tecnico – gli ha fatto eco Espargaró – Dopo molto duro lavoro abbiamo vinto il campionato CRT, ed avere l'occasione di ripetermi è fantastico. Siamo pronti per il Qatar".

Articoli che potrebbero interessarti