Tu sei qui

Supersport anno zero: arriva la TV

Per la prima volta la serie è in diretta. Rolfo porta al debutto la MV Agusta

Share


Il 2013 sarà l'anno zero del Mondiale Supersport che per la prima volta in Italia godrà di una copertura televisiva completa: Italia 2 infatti offrirà in diretta sia le prove (libere comprese!) che le gare. Il rientro di Yamaha ufficiale e la grande novità MV Agusta completano uno schieramento che già vedeva presenti Honda, Kawasaki (campione in carica piloti e Costruttori) e Suzuki. Al via ben 34 piloti fissi, più eventuali wild card.

Per la MV Agusta F3 i test di Phillip Island sono stati il battesimo del fuoco, perchè la precedente uscita di Cartagena, avversata dal maltempo, era servita a verificare che tutto funzionasse o poco più.

La gloriosa marca varesina, 75 titoli iridati conquistati nel Motomondiale, si è affidata al collaudatissimo team ParkinGo, iridato 2011 con la Yamaha affidata a Chaz Davies, e ad una coppia di piloti ben assortita: l'esperto Roberto Rolfo, 30 anni, veterano di 250, MotoGP, Moto2 e Superbike, oltre all'arrembante britannico Christian Iddon, figlio d'arte: papà Paul nei primi anni '80 correva nella 500GP.

"Il bilancio di questa prima uscita è senza dubbio molto positivo - sorride Roberto Rolfo - La F3 è una buona base e mi è subito piaciuto il metodo di lavoro dei ragazzi del ParkinGo. Dalla prima uscita di Cartegena abbiamo fatto progressi enormi, e ogni volta che scendiamo in pista limiamo qualcosa".

Rolfo ha chiuso i test con un incoraggiante 1'35”7, non lontano dal giro veloce della gara Mondiale 2012 stabilito da Fabien Foret in 1'35”287.

"I tempi non sono certo una priorità in questo momento, sto guidando in scioltezza e so dove la moto deve progredire per farmi essere più veloce. Ci manca ancora un po' di stabilità sull'avantreno e nei curvoni perdo molto. Invece in ingresso andiamo già molto bene, l'albero controrotante ci aiuta molto anche nei cambi di direzione".

La MV confida molto sulla potenza del tre cilindri 675.

"Ottima, anche se sto guidando una versione standard e al limite della percorrenza. Solo lavorando sulle mappe dal primo al secondo giorno abbiamo guadagnano 5 km/h, ma siamo ancora nella fase iniziale della messa a punto. Nei test di lunedi-martedi avrò un nuovo motore, che mi dicono essere più performante. Ci vorrà un po' di tempo, ma io credo che abbiamo il potenziale per stare molto avanti".

 

Articoli che potrebbero interessarti