Tu sei qui

Honda CB500: un motore, tre filosofie

Arrivano le tre piccole Honda per chi ha la A2

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Con l'entrata in vigore della nuova legislazione sulle patenti moto, e con il conseguente innalzamento della potenza massima per i neopatentati da 25 a 35 Kw, il mercato delle due ruote, dal punto di vista dell'offerta, promette diverse novità che potrebbero stimolare la voglia di tanti diciottenni (e non solo) alla ricerca della loro prima vera motocicletta.

Finiti i tempi (gloriosi) delle 125 2 tempi, che hanno segnato generazioni di motociclisti in erba, il mercato si rilancia sopratutto attraverso lo sforzo e la filosofia di casa Honda che ha progettato un'intera gamma - quella della CB500 - per soddisfare le esigenze più disparate: dalla versione F stradale, alla X mini-crossover, passando per la R, la più sportiva.

Il concetto è il medesimo che ha portato al successo di tre moto contraddistinte da uno stesso motore. Inizialmente si trattò del "New Concept" dalla quale nacquero le declinazioni NC700S, NC700X e Integra. Tre modelli quindi figli del concetto di modularità, di una stessa base ciclistica e motoristica (un propulsore da 670cc) con animi differenti.

Perseguendo questa strada, ecco quindi la nuova serie CB, con la CBR500R e la CB500F che saranno in vendita fin da marzo al prezzo di 6200 euro per la prima e 5500 euro per la seconda. Per la versione X invece bisognerà attendere il mese di Aprile, ad un prezzo di 6100 euro.  Andiamo ad analizzare un pochino meglio queste tre declinazioni di casa Honda.

CBR500R: SPORTIVA DI LANCIO - Ispirata alla Superbike della casa dell'Ala dorata, ha la stessa ciclistica della sua sorella Naked, la CB500F. L'interasse è di 1.410 mm, con un canotto di sterzo inclinato a 25,5 gradi, ed un'avancorsa da 103 mm. L'altezza da sella è pari a 785 mm da terra, e presenta un serbatoio in grado di contenere 15,5 litri. Il peso è di 194 kg, per via delle carenature, del cupolino e dei vari supporti. Ciò che preme sottolineare è che la nuova CBR500R è la moto designata per il campionato European Junior Cup 2013, competizione abbinata al campionato Mondiale Superbike.

CB500F: NAKED ENTRY LEVEL - L'altro lato della medaglia "stradale" è caratterizzato dalla CB500F che ciclisticamente è identica alla sua "sorella" pistaiola. Identico l'interasse, così come le misure del canotto, dell'avancorsa e l'altezza da sella.

Pesa due chilogrammi in meno (192 per la precisione) con il pieno da benzina. Il look è decisamente stiloso, e ispirato alla sorella maggiore CB1000R. Ovviamente, per sua natura, reca con se il manubrio largo - in loco dei semimanubri della versione R - per offrire una posizione di guida più alta e comfortevole.

CB500X: STILE CROSSOVER - Linee che riprendono quelle della sorella (ben) più grande, la Crosstourer 1200, la CB500X è una moto destinata ai viaggi con grande occhio verso i consumi. Grande è la protezione aerodinamica in questa crossover, con il cupolino posteo sopra il fanale, ed il becco oramai diventato elemento di stile. Manubrio alto e largo che ottimizza la posizione di guida più rilassata e serbatoio maggiorato rispetto alle sorelle, in questo modello in grado di contenere 17 litri. Il codone è lo stesso della sorella Naked, ma con maniglioni per il passeggero.

L'interasse aumenta a 1.420 mm visto che il cannotto stesso arriva a 26,5°. L'avancorsa è di quindi maggiore con i suoi 109 mm e la sella si "alza" a 810 mm. Il peso con il pieno di benzina resta a 192 Kg.

Questi i tre modelli? Impazienti di sapere come vanno su strada? Non vi resta che attendere alcuni giorni. GPOne.com volerà fino in Spagna per il primo test dinamico. Rimanete collegati!

VIDEO DI LANCIO DELLA GAMMA CB500

 

 

Articoli che potrebbero interessarti