Guareschi: "Siamo in emergenza"

Il team manager della Ducati commenta la situazione di questi test dove manca Dovizioso


Jerez doveva essere il primo passo del nuovo ciclo Ducati MotoGP e invece la Rossa è nei guai. Andrea Dovizioso si è bloccato dopo tre giri e non è ancora sicuro che possa riprendere la pista da qui a venerdi pomeriggio, quando scatterà il divieto di test fino al 31 gennaio.

Dovi rischia  di arrivare a Sepang, ad inizio febbraio, senza aver praticamente mai provato la Desmosedici. Quindi senza essersi fatto un'idea dei problemi che devono essere risolti per uscire dalla crisi tecnica che ha segnato in negativo i due anni di Valentino Rossi.

Le due giornate di Valencia, all'indomani dell'ultimo GP 2012, erano state avversate dal maltempo e non fanno testo. Con il reparto corse in piena ristrutturazione dopo la cacciata di Filippo Preziosi e Dovizioso fuori gioco,  il progetto Desmosedici rischia di subire un altro grave contraccolpo, proprio mentre c'era bisogno di un nuovo impulso.

“Andrea ha accusato uno strappo al collo dopo appena tre giri, sembrava una cosa da niente e invece mercoledi non è più stato in grado di tornare in pista” spiega il team manager Vittoriano Guareschi. “C'era stata qualche avvisaglia lo scorso week end nel rally auto di Monza: il Dovi aveva accusato fastidio e si era rivolto all'osteopata.”

La prossima settimana Dovizioso avrebbe dovuto comunque andare in ospedale per rimuovere la placca alla spalla destra inserita ad inizio 2012 per un incidente in allenamento con la moto da cross: le attività extra MotoGP non gli portano fortuna.

Considerando l'indisponibilità sempre per infortunio di Ben Spies, neoacquisto del team Pramac Junior e la scarsa esperienza del compagno di squadra Andrea Iannone, adesso tutto il peso dello sviluppo è sulle spalle del superstite Nicky Hayden. C'è anche il tester Michele Pirro, ma anche lui ha zero esperienza con la MotoGP.

“Il guaio è che abbiamo una gran quantità di materiale da provare perchè da metà stagione, per un problema o l'altro, non ci è stato possibile fare quasi nulla. Nei week end di gara il tempo è ridotto e poi quattro GP sono stati seriamente disturbati dal maltempo.”

Cosa bolle in pentola?

Hayden mercoledi ha provato un telaio nuovo e oggi (giovedi 29, ndr) si occupa del forcellone. Vorremmo tornare a Bologna sapendo se sono componenti su cui vale la pena lavorare in previsione 2013. Iannone sta soltanto facendo esperienza, Pirro porta avanti collaudi d'elettronica.”

Gli effetti della rivoluzione Audi per adesso stentano a vedersi. Paolo Ciabatti, nominato nuovo direttore del team, ha fatto una fugace apparizione.

“E' ancora sotto contratto con Infront e si sta ancora occupando del suo lavoro (la direzione del Mondiale Superbike, ndr). Ci ha raggiunto in Spagna perchè è una buona occasione per conoscere i componenti della squadra.”

Guareschi manterrà il suo posto di team manager?

“Io resto al mio posto finchè non ci saranno novità. Qui a Jerez siamo ancora in configurazione 2012 e tutti gli effettivi tecnici sono gli stessi che avete visto sulle piste del Mondiale. Non so ancora esattamente quali siano i piani. Io vorrei mantenere il giusto raggio d'azione.”

Articoli che potrebbero interessarti