Vince Espargaró, titolo a Marquez

Secondo titolo per Marc, terzo sul traguardo. Corsi settimo

Share


Marc Marquez (terzo sul traguardo alle spalle di West) ha vinto il secondo titolo della sua carriera, ma il protagonista indiscusso della gara della Moto2 a Phillip Island è stato Pol Espargaró, che ha centrato la quarta vittoria stagionale dopo essere partito dalla pole position, realizzando anche il nuovo record del circuito con un 1'33.729. "Ho spinto al massimo ma Marc è stato intelligente, non ha esagerato. Però sono contento anch'io", ha detto lo spagnolo del team Pons.

"È stato un inverno molto difficile, dopo il problema all'occhio – le parole a caldo di MarquezMa ora posso finalmente festeggiare, ringraziando il team, la famiglia, e anche Pol per essere stato un bell'avversario. Ora potrò correre a Valencia senza pressione".

LA GARA – Partenza a razzo per Nakagami, che si porta in testa davanti a Marquez, Espargaró, e Luthi. Iannone è nono, Corsi quattordicesimo. Dopo essersi riportato in testa, Espargaró tenta subito di prendere vantaggio su Marquez, che forse comincia a entrare in modalità 'ragioniere' e insegue senza troppa foga dalla seconda posizione davanti a Redding.

Risale Iannone che si porta in quarta posizione e mette Redding nel mirino per il podio, salvo poi accusare un problema tecnico (si è rotta una biella) ed essere costretto a ritirarsi. A difendere i colori italiani è quindi Simone Corsi, protagonista di una buona rimonta che lo porta in 7ª posizione, nel gruppo in lotta per il quarto posto.

Espargaró fa gara solitaria, girando su tempi di circa un secondo più veloci degli inseguitori. Anche Redding, secondo, stacca Marquez. La bagarre vera è quella per la medaglia di legno, dove West, Aegerter, Corsi, Rabat, Zarco, Nakagami, Luthi, Krummenacher e Kallio si scambiano posizioni.

Posizioni insolitamente congelate per una gara della classe intermedia. Nella seconda metà di gara, West si mette in evidenza liberandosi di Aegerter per andare ad acciuffare Marquez e Redding nella lotta per il podio. Espargaró ha 12 secondi di vantaggio e veleggia verso la vittoria con una facilità imbarazzante. Vista anche l'assenza di De Angelis, operato alla mano dopo la caduta di ieri, Corsi è l'unico italiano a lottare per posizioni di prestigio, 6º alle spalle di Aegerter.

Nessuna sorpresa sul finale, con Espargaró che alza bandiera bianca su Marquez con onore, vincendo la gara dopo aver dominato per l'intero fine settimana. Dopo aver passato Redding all'ultima curva, lo spagnolo futuro pilota HRC chiude al terzo posto in scia a West per vincere il secondo titolo iridato della sua carriera. Settimo posto per Simone Corsi.

La classifica della Moto2:

Articoli che potrebbero interessarti