Pernat: Lorenzo preoccupato dalla HRC

AUDIO "Jorge più che di questo mondiale ha paura del prossimo"

Share


Secondo i piloti della MotoGP l'interruzione del GP di Sepang, a causa della pioggia torrenziale, è stata giusta, ma l'opinione di Carlo Pernat è che sia giunta un giro troppo tardi, con un grave rischio non solo dell'incolumità dei piloti, ma dell'esito del campionato.

"La gara sul diluvio è stata pericolosissima - ragiona Pernat - La bandiera rossa doveva essere data prima, dopo la caduta di cinque piloti, l'ultima quella di De Puniet il circuito era in condizioni pietose con un palmo d'acqua sull'asfalto. Ancora un giro e Lorenzo ha rischiato di cadere. Una sua scivolata poteva creare dei grossi problemi. Per questo penso sia stata dato lo stop con un giro di ritardo. Detto questo la gara è stata durissima, ma la Honda di Pedrosa è troppo forte. Credo che Lorenzo più che di questo anno si stia preoccupando del prossimo. Se Marquez infatti avrà bisogno di tempo per imparare, Dani sarà pericoloso da subito. Dal punto di vista generale, invece, sono rimasto piacevolmente sorpreso dal grande pubblico, circa 80.000 persone, quasi il record della F.1. Ora, per il 2013, c'è da lavorare per sostituire Stoner che lascerà un grande vuoto sportivo. Per quanto riguarda i regolamenti invece, stanno per uscire delle belle novità per il 2014, ci sarà una netta separazione fra Superbike e MotoGP. Da una parte ci saranno moto strettamente di serie, dall'altro prototipi. Rientreranno BMW, Aprilia, Suzuki e forse Kawasaki. Sarà un bel campionato. Per tornare al motomondiale credo che vedremmo ancora due belle gare anche se a Jorge bastano un terzo ed un quarto posto per vincere il titolo".



ASCOLTA L'AUDIO

 

Audio: 

Articoli che potrebbero interessarti