Dovizioso: terza fila? Nulla di grave

Andrea: "punto al podio". Crutchlow: "la pole position era alla mia portata"

Share


Le qualifiche non sono andate per niente bene, un settimo posto a più di un secondo dalla pole è un risultato molto al di sotto di quello che ti aspetti da Andrea Dovizioso. Però l’umore del forlivese non è per nulla a terra: “abbiamo fatto troppa confusione – ammette – C’era poco tempo dopo avere perso tre turni e abbiamo agito con troppa foga. Partire dalla terza fila un po’ mi preoccupa, ma non il mio passo”. Il Dovi è convinto di potere riservare più di una sorpresa domani in gara: “so quali sono i miei problemi e i dati della telemetria me lo confermano. Conosciamo anche il modo per risolverli – assicura – Il livello in MotoGP è molto alto e ogni errore si paga caro, ecco quello che è successo oggi”. Domani è un altro giorno e “in gara posso lottare per il podio” afferma Andrea, per niente solito all’esagerazione. “Non sono per nulla agitato – continua – non è successo nulla di grave. Il warm up sarà utile e cercheremo anche di risolvere anche il problema di riscaldamento al lato sinistro della gomma”.

Avrà certamente vita più facile il suo compagno di squadra Cal Crutchlow, che ha portato a casa una prima fila. Terzo a poco più di un decimo da Pedrosa. “A inizio turno la pista offriva scarso grip – racconta l’inglese – e anche il setting della moto non poteva essere perfetto. Però con l’andare avanti della sessione sono migliorati sia l’asfalto che l’assetto della mia moto. Purtroppo non sono riuscito a mettere insieme un giro perfetto, altrimenti la pole sarebbe stata alla mia portata. Comunque sono felice di partire in prima fila, domani sarà importante avere un buono stacco al via, le prime curve sono strette e pericolose”.

Articoli che potrebbero interessarti