Suppo: regalo a Rea, uomo Honda

"Spero si diverta, teniamo anche lui inconsiderazione per la MotoGP"

Share


Dopo che il toto-piloti sul sostituto di Casey Stoner ha tenuto banco per qualche giorno, ieri Honda ha rivelato il nome del prescelto. Jonathan Rea è salito oggi per la seconda volta sulla MotoGP dell’ala dorata, il debutto era stato nel 2010 a Sepang. “Non è mai facile trovare un sostituto, la lista è corta e poi bisogna tenere conto dei vari impegni che hanno i piloti – spiega Livio Suppo, direttore marketing per HRC – Due anni fa Jhonny aveva già provato la nostra moto e, anche se su una pista sconosciuta e con una mano dolorante, ci aveva fatto una buona impressione. Inoltre aveva già lavorato in quell’occasione con i tecnici della squadra di Casey”.

Una bella opportunità per l’irlandese, fresco vincitore della 8 Ore di Suzuka e da anni bandiera della Honda in Superbike. “E’ fedele alla nostra marca da tempo ed è un fatto raro – continua il manager torinese – Mi fa piacere che sia ripagato con quello che per lui è un po’ un premio, correre in MotoGP”. Il ballottaggio è stato fra lui e i collaudatori della Honda. “Non abbiamo mai pensato di prendere un pilota da uno dei team satellite – sottolinea Suppo – Innanzitutto non si fa che spostare il problema dalla nostra a un’altra squadra e non è corretto. Poi non penso neanche che giovi ai piloti, si rischia di creare troppe aspettative in loro e il loro rendimento ne può risentire”. Un po’ quello che successe a Kallio nel 2009 quando  venne promosso nella squadra ufficiale Ducati per sostituire Stoner.

Rea si sta giocando una grossa possibilità per la sua carriera, visto che ancora non si conosce chi salirà sulla Honda del team Gresini nel 2013. “Non ho aspettative, spero innanzitutto che Jonathan si diverta, questo è un regalo per lui – dice Suppo – Se poi farà dei buoni risultati lo terremo sicuramente in considerazione, ma è già uno dei papabili per quella sella. Nel 2010 in Superbike aveva prestazioni simili a quelle di Crutchlow e quello che sta facendo Cal in questa stagione è sotto gli occhi di tutti”. Alvaro Bautista non è però completamente fuori dai giochi e a Tokyo stanno valutando seriamente una sua riconferma. Sembra invece ormai avere imboccato definitivamente un’altra strada Spies, mentre Iannone appare essere sempre più vicino alla Ducati. “Ci stiamo pensando, anche Redding potrebbe essere un’opzione” conclude Suppo.

Articoli che potrebbero interessarti