La Ducati a Sepang: from Zero to Hero?

Due giorni al debutto: si avvicina il momento della verità per Rossi e l'ingegner Preziosi

Share


Ormai si possono contare le ore dal debutto della nuova Ducati a Sepang. La casa di Borgo Panigale ha spedito in Malesia ben sei Desmosedici: le vecchie GP11.1 con motore 1000, altresì dette GPZero, già viste a Valencia e la nuova GP12. In realtà un primo prototipo, costruito in base alle indicazioni scaturite dai dati a disposizione della casa italiana raccolti nel corso del 2011. Per i meccanici di Rossi è l'inizio dell "Operazione Fenice", per quelli interni della Casa semplicemente lo lo "Step Zero" di quella che sarà la vera moto che vedremo in Qatar l'8 Aprile prossimo.

Due mesi, all'inizio del mondiale, che serviranno a Filippo Preziosi per sovrintendere allo sviluppo della nuova creatura.

La spedizione è imponente e come sempre nei box ci sarà il team manager, ex capo collaudatore, Vittoriano Guareschi, mentre l'attuale tester, Franco Battaini, farà gli shake-down.

Il lavoro sarà incentrato, dopo una prima fase di comparazione, nella ricerca della migliore distribuzione dei pesi e degli assetti, permessi dalle nuove regolazioni possibili e dalla nuova posizione del motore. Poi si passerà ad esaminare le novità di elettronica, necessaria per addomesticare la robusta coppia del nuovo motore 1000.

Ricordate quanto aveva detto Valentino alla presentazione del 2011?

"Mi dovrò adattare alla moto".

Ciò non è avvenuto, ma sarebbe ingeneroso dare tutta la colpa al pesarese. In effetti la regola dei sei motori ha di fatto congelato lo sviluppo ed a ciò si è aggiunta la difficoltà di sviluppare una moto nata per non essere modificata nel corso della stagione, causa la sua configurazione con motore portante.

Per questo motivo la Ducati nel corso dell'anno passato è stata chiamata ad uno sforzo tecnico impressionante che ha portato al disegno ed alla realizzazione di una moto interamente nuova in appena sei mesi!

Un record, una gestazione così breve, che costringerà i bolognesi ad inseguire ancora in questa primissima fase del pre-campionato.

Non aspettiamoci miracoli dai test di Sepang. Dall'iniziale gap di 1,5 secondi sarebbe giù un successo arrivare alla cifra tonda, da limare poi nel corso di Sepang2, quando gli assetti potranno essere più raffinati.

Se il buon giorno però si vede dal mattino, questi test malesi saranno comunque di fondamentale importanza.

From (GP)Zero to Hero?

Articoli che potrebbero interessarti