Edwards: a Sepang vi sorprenderò

Colin prima dei test: "se riuscirò a girare in 2'02" sarò soddisfatto"

Share


Per soddisfare definitivamente la curiosità basterà aspettare ancora pochi giorni, ma nell’attesa l'appetito aumenta per vedere il primo raffronto in pista tra moto factory e CRT a Sepang. Sarà tutti contro uno, con il solo Colin Edwards sulla Suter-BMW a confrontarsi contro i 12 piloti di MotoGP, con l’unico supporto del team Avintia BQR, che però porterà in Malesia piloti con troppa poca esperienza nella classe regina per riuscire a farsi un’idea oggettiva delle reali potenzialità della moto. Discorso completamente diverso per il texano, pilota veloce e con una grande esperienza alle spalle, due qualità decisive per costruire un progetto da zero.

Un primo assaggio l’avevamo già avuto a Jerez, lo scorso novembre, ma le condizioni fisiche non ottimali di Colin e il fatto che si trattasse del suo debutto sulla Suter, avevano lasciati tutti con l’acquolina in bocca. Ora dopo quasi 4 mesi, Edwards si è ripreso quasi completamente dall’infortunio alla spalla e la sua moto è stata migliorata nell’inverno, soprattutto nell’elettronica, vero tallone d’Achille della Suter.

Il pilota del team Forward si aspetta molto dalla prima uscita del 2012 e, a motogp.com, ha rivelato i suoi obiettivi per la trasferta malese: “sarei davvero soddisfatto se girassi con un tempo intorno ai 2’03” o ai 2’02”. Ci riusciremo? Non ci resta che aspettare e vedere”.  Nessuna delle nuove mille è mai scesa in pista sul circuito alla periferia di Kuala Lumpur ma qualche riferimento è possibile ricavarlo dai precedenti test e gare. Nell’ultimo Gran Premio disputato a Sepang il miglior tempo, in qualifica, era stato di Casey Stoner, capace di fermare il cronometro in 2’02.338, mentre a chiudere la griglia di partenza fu il collaudatore Yamaha Nakasuga, con il tempo 2’05.246, davanti all’ultimo dei piloti titolari, Karel Abraham, con un 2’04.916.

Per avere un confronto con condizioni climatiche simili a quelle che presumibilmente si incontreranno a partire da martedì, prendiamo anche in considerazione i test invernali della scorsa stagione. A inizio febbraio era stato Marco Simoncelli il più rapido, con il tempo di 2’00.757, mentre venti giorni dopo Stoner aveva migliorato il riferimento scendendo sotto il muro dei 2 minuti con il crono di 1’59.665.

Se guardiamo ai tempi fatti registrare da Colin a Jerez nei suoi primi test con la CRT, il suo distacco dalle migliori 800 nelle qualifiche del Gran Premio si era assestato intorno ai 4 secondi, non è perciò difficile pensare che un distacco simile sia possibile anche a Sepang. I due lunghi rettilinei che caratterizzano il circuito malese potrebbero però avvantaggiare molto i prototipi 1000, che potranno sfruttare tutta la loro potenza nei rettifili. Se torniamo al 2006, ultimo anno dei motori di 990 cc, i tempi di qualifica dimostrano i vantaggi della cilindrata piena su questa pista, con Rossi in pole position con il tempo di 2’00.605.

I cavalli non mancano neanche al motore BMW con cui è equipaggiata la Suter ma il problema sarà riuscire a metterli a terra. “Riguardo ad aspetti come il rilascio dell'acceleratore e il controllo della trazione, siamo ancora in alto mare” ha affermato il texano parlando dello sviluppo dell’elettronica sulla sua moto, ammettendo per questo motivo di non riuscire a sfruttare ancore tutto il potenziale della sua moto. L'inverno può essere stato fondamentale per fare passi avanti, Sepang ci dirà quanto grandi siano stati grandi.

Articoli che potrebbero interessarti