Simoncelli: il ricordo, fra le risate

Comicità e musica per celebrare il 25º compleanno del pilota di Coriano

Simoncelli: il ricordo, fra le risate

Share


Sono passati quasi tre mesi esatti dalla tragica scomparsa di Marco Simoncelli. Dopo le lacrime, è arrivato il momento di celebrarne il ricordo all’insegna del suo sorriso contagioso. In occasione del 25º compleanno del pilota romagnolo, alcuni dei comici più simpatici d’Italia si sono riuniti al 105 Stadium di Rimini per fare la festa che ‘Sic’ avrebbe voluto – all’insegna di quella genuinità ruspante della quale Marco era fiero rappresentante.

“Marco si era già immaginato questa festa, mi aveva chiamato per organizzarla – ha detto il comico di Zelig Sergio Sgrilli, regista della serata – È strano però fare la festa senza il festeggiato. È come una brioche salata, dolce ma con un retrogusto amaro”.

Marco era un pilota, non un comico, ma possedeva una simpatia innata, che ha toccato corde profonde nei cuori del pubblico, avvicinando molte persone al motomondiale. “Mi sono appassionato al motomondiale con Valentino Rossi – ha aggiunto Sgrilli – Marco però l’ho visto crescere. Era molto più accessibile, un personaggio vero. Aveva un’inesperienza del mondo dello spettacolo che lo ha sempre contraddistinto”.

Questa genuinità ha fatto guadagnare a Simoncelli legioni di tifosi che, tra felpe bianche e rosse col numero 58 e striscioni celebrativi, hanno gremito il 105 Stadium di Rimini per pagargli un personale tributo. “È Marco il protagonista della serata, e il pubblico ha risposto con grande affetto – ha detto Sgrilli – Abbiamo rimosso tutte le pubblicità dell’evento prima ancora che uscissero perché tutti i biglietti erano già stati venduti”.

La festa per Marco Simoncelli a RiminiA sottolineare la passione dei tifosi di Marco c’era, ironicamente, una ragazza spagnola. Marina, coetanea di ‘Sic’, si era recata a Coriano senza nemmeno avere un biglietto per lo spettacolo ed è stata presto arruolata dagli organizzatori, diventando una sorta di mascotte dietro le quinte. “Il giorno del funerale di Marco era anche il mio compleanno – ha detto – È stato un giorno molto triste, e questa è una bella occasione per sorridere pensando a lui”.

La serata è stata anche un’occasione di rievocare alcuni episodi inediti tra l’enorme bagaglio di ricordi che ‘Sic’ ha lasciato dietro di sé. A malapena in grado di parlare, già diceva al papà: “Voglio la moto per fare come l’orso e saltare sulle orecchie a tutti e vincere”. Missione compiuta.

Ma Simoncelli era tanto aggressivo in pista quanto affabile a moto ferme. “L’anno scorso abbiamo festeggiato il suo compleanno insieme in montagna – ha detto l’amico e pilota Mattia Pasini – Ci siamo tirati la torta in faccia. Vorremmo tutti festeggiare in un’altra maniera, ma questo è il miglior modo per ricordarlo. Mi manca tantissimo”. Presenti tra gli ex-colleghi anche Valentino Rossi e Fausto Gresini.

A giudicare dai sorrisi del pubblico, viene da pensare che ‘Sic’ sia ancora con noi, solamente altrove. Forse ci guarda ammiccando, prima di sfilare via, con il gas spalancato.

Articoli che potrebbero interessarti