Tu sei qui

Iannone: Moto2-MotoGP, mondi opposti

AUDIO "E' divertentissima da guidare ma Jerez con la Ducati è un'altra pista!"

MotoGP: Iannone: Moto2-MotoGP, mondi opposti

Share


Andrea Iannone ha affrontato l'avventura in MotoGP con grande serietà. Il "cavallo pazzo" della Moto2 ha capito fin da subito che la classe regina va affrontata con professionalità dedizione e sacrificio per ottenere risultati. Un po' come ha fatto Jorge Lorenzo, che addirittura all'inizio ne fu spaventato.

Andrea no, non ne è rimasto spaventato, ma al contrario affascinato.

"Alla fine tutto sommato mi sono trovato bene - ci ha detto - nel test di Jerez mi sono divertito ed ho iniziato a capire come funziona questa moto. C'è da imparare a far funzionare l'elettronica, i freni che sono in carbonio… insomma tutte le differenze che la dividono dalla Moto2. Provare a Jerez è stato importante perché questa pista con la MotoGP è un'altra cosa, sono cambiati tutti i riferimenti…ma è anche tutto molto più divertente".

Iannone, che dall'esterno sembra un pilota tutto istinto ha assunto, da quando è entrato a far parte del team Ducati-Pramac che nel 2013 sarà un vero e proprio team ufficiale, un atteggiamento apparentemente riflessivo.

"Mi aspetto di crescere - ha sottolineato - Una crescita continua da parte mia e assieme alla squadra".

La Moto2 è ormai il passato.

"Sono due mondi opposti MotoGP e Moto2 - riconosce Andrea - Non posso dire che sia difficile o facile, è che per me al momento è tutto nuovo. Può darsi che con il tempo ciò che ora è difficile diventerà facile".

Le prestazioni per il momento sono buone.

"Bene o male sono riuscito a girare abbastanza bene - azzarda - Se avessi fatto quei tempi durante il GP sarei partito in quarta o quinta posizione".

Ciò che per altri è stato un incubo, le gomme Bridgestone, non ha dato problemi a Iannone.

"Mi aspettavo più difficoltà nel far entrare in temperatura gli pneumatici. Li scaldo, invece, e riesco a spingere fin dall'inizio. E' una cosa estremamente positiva perché per molti è stato un grosso problema".

Iannone subirà una piccola operazione in questi giorni e poi affronterà l'impegno più difficile in vista del 2013: la lingua inglese.

"Mi dovrò far trovare pronto per il Wrooom di gennaio…".


ASCOLTA L'AUDIO


{pb_mediaelmedia=[audio] audio_mp3=[images/ARCHIVIO/2012/audio/18_GP_VALENCIA/iannone.mp3]}

 

Audio: 

Articoli che potrebbero interessarti