Tu sei qui

S1000 RR HP4 - Ancora più potente

Ecco la versione High Performance della superbike tedesca

Moto - News: S1000 RR HP4 - Ancora più potente

Share


Ogni casa motociclistica reca con se una piccola nicchia, una sorta di elite che offre delle versioni in edizione limitata e, sopratutto, senza alcun compromesso. Moto dalla performance elevata. Proprio la sigla High Performance, HP, contraddistingue queste versioni di casa BMW. Nel corso degli anni, la casa dell'Elica ha offerto, per tutti gli appassionati la HP2 Megamoto, la HP2 Sport e la HP2 Enduro.

In effetti però, mancava all'elenco una versione ancora più estrema della superbike di Monaco, una S 1000 RR High Performance. Certo, la 1000 dell'Elica si pone già come uno dei riferimenti della categoria in fatto di potenza e maneggevolezza, ma si sa, chi guida una moto in pista, vorrebbe sempre più potenza.  Detto fatto, ecco la BMW S1000 RR HP4.

LOOK FUTURISTICO - Il design della HP4 è veramente racing, cattivo e ricercato. Codone monoposto, cupolino fumè e logo storico HP4 posto su entrambe le carene. Lo stesso logo inciso a laser sulla piastra di sterzo superiore, con numero identificativo di produzione del modello. Gl indicatori di direzione sono a LED. Colorazione tricolore, ma non v'è traccia di rosso in questo caso: Racingblue metallic/ Light White. In altre parole, bianco, blu elettrico e, in aggiunta, un kit da gara con diverse parti in carbonio, comprendente pedane, leve freno e frizione pieghevoli, ruote blu ed un kit di adesivi. Già agli occhi è decisamente più estrema rispetto al modello di serie.

RACE ABS - La HP4 è allestita con il Race ABS, sviluppato durante gli ultimi anni di partecipazione nel campionato tedesco. Le Superbike IDM infatti, sono molto più vicine alla versioni Stock del campionato del Mondo, piuttosto che alle Superbike. In questo, lo sviluppo di soluzioni per la serie (in questo caso per la HP4) ha un travaso molto più veloce. Quattro le impostazioni dell'ABS: Rain, Sport, Race e Slick. Non mancano le pinze radiali Monoblocco Brembo, che vanno a pinzare su due dischi flottanti.

SISTEMA DDC - La HP4 sarà la prima moto ad avere a disposizione la tecnologia DDC, Dynamic Dumping Control. Stiamo parlando di un sistema di regolazione della ciclistica semiattivo, regolabile in modalità Slick. In altre parole, il sistema reagisce automaticamente in fase di frenata, accelerazione, irregolarità del fondo stradale e guida in piega, adattando le sospensioni con delle valvole controllate elettronicamente in base ai parametri rilevati dai sensori.

LAUNCH CONTROL - Le novità comunque non finiscono qui: la HP4 reca con se anche il Launch Control, per poter partire con la minor perdita di tempo possibile. Attivabile in modalità Slick, regola e offre la maggior coppia possibile da poter scaricare a terra, evitando quindi un'impennata di potenza, coreografica, ma in termini di efficenza, poco utile. Ovviamente, il cambio è assistito elettronicamente, per poter inserire le marce senza toccare la frizione e mantenendo il gas aperto.

PERDITA DI PESO - In BMW hanno pensato anche a fornire dei cerchi forgiati a 7 razze, più leggeri, una corona più leggera, ed uno scarico completo in titanio realizzato da Akrapovic. Con questi tre accorgimenti, la HP4 risparmia 6,9 kg. Inoltre, è stata adottata una batteria di minor peso. A conti fatti, sulla bilancia, questa S1000 RR pesa 199 kg. Nuova anche la strumentazione, con l'effige HP4, e lo schermo LCD che ingloba le funzioni del DDC.

TANTA POTENZA - Il motore della versione HP4, offre una potenza massima di 193 Cv (142 Kw) a 13.000 giri, mentre la coppia massima è di 112 Nm a 9750 giri. Rispetto alla versione di serie, è riscontrabile maggior potenza dai 6000 ai 9750 giri.

Non resta ora che attendere il prossimo Salone EICMA per poterla vedere dal vivo. Rimanete collegati!


Articoli che potrebbero interessarti